Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Zazà - Cultura, società, meridione e spettacolo

Cuba, Africa, vagabondaggio ispanico e la lettera sovversiva di Don Milani

Cuba, Africa, vagabondaggio ispanico e la lettera sovversiva di Don Milani
Ascolta l'audio
Cuba, Africa, vagabondaggio ispanico e la lettera sovversiva di Don Milani
Ha inaugurato giovedì 22 marzo all’Instituto Cervantes di Napoli, la  mostra Errancia y fotografía. Il mondo ispanico di Jesse A. Fernández, a cura di Fernando Castillo. L’esposizione raccoglie 135 istantanee di uno dei maggiori ritrattisti di intellettuali e artisti del 900, attraverso le immagini che ha catturato  con la sua macchina fotografica in oltre trent’anni di «vagabondaggio ispanico», tra il 1952 e il 1986.
Nato a Cuba, figlio di genitori asturiani, Jesús Antonio Fernández Martínez (L'Avana, 1925 - Parigi, 1986)  ha condotto una vita itinerante testimoniata dai volti e dai mondi che ha ritratto nei suoi scatti. La mostra, infatti, è organizzata in nove sezioni che raccontano la sua permanenza in altrettanti luoghi simbolo della sua vista: Colombia, Guatemala,Messico, New York, L'Avana, Porto Rico, Madrid, Parigi e Palermo. Intervengono France Mazin Fernández, vedova del fotografo cubano e Fernando Castillo, curatore della mostra.

Napoletano, ‘o meglio, Flegreo d'origine, ma poliglotta nell'anima, il progetto Tartaglia Aneuro nasce nel 2012 dall'incontenibile bisogno espressivo di Andrea Tartaglia che riunisce attorno a sé il chitarrista e compositore Paolo Cotrone, il bassista Mattia Cusano, il percussionista Salvio La Rocca, e dopo una lunga gavetta in formazione "unplugged", si aggiunge in pianta stabile il batterista Federico Palombacon cui inizia il lavoro di arrangiamento e rifinitura del materiale cantautorale di Tartaglia. Il titolo del disco Oltre vuole rimandare ai punti cardinali di una bussola che guarda verso l'oltre, verso quello che si nasconde dietro la monotonia della quotidianità, dietro la finzione dei media, dietro le insicurezze indotte. Quell'Oltre che non può che essere vicino alla verità, troppo spesso sotterrata dalla superficialità che fa da padrona nella nostra civiltà. Un disco che si propone attraverso sonorità etniche, ritmi moderni, parole taglienti, ironia, melodie e sorrisi, di portare l'ascoltatore a contatto diretto con la sua voce interiore per ritrovare la sua magia naturale che non può che essere Oltre la superficie.

Il radiodoc di questa settima ci porta a quarant'anni fa. Mentre l’Italia entrava nella forclusione del sequestro Moro, tra il 16 e il 21 marzo del 1978 la superpetroliera Amoco Cadiz (bandiera di comodo liberiana, proprietà USA/StandardOil, equipaggio italiano) naufragò tra gli scogli dell’arcipelago di Portsall, costa bretone francese. Le sue 230.000 tonnellate di greggio contaminarono coste, fondali e spazio acqueo dando vita ad uno dei più drammatici disastri ambientali del Secolo Breve. A bordo quel giorno c’era un ufficiale procidano.

Con Vanessa Roghi, “storica del tempo presente” e autrice de La lettera sovversiva. Da Don Milani a De Mauro, il potere delle parole, un’anteprima dell’incontro del 27 marzo, ore 18, alla libreria Laterzagorà di Napoli, conversazione sulla scuola con Christian Raimo e Marino Sinibaldi.

Prosegue la favola dell'Afro Napoli United, squadra napoletana composta da calciatori immigrati e allenata da Salvatore Amorosino. Il club ha infatti conquistato la promozione in Eccellenza a quattro giornate dalla fine del campionato di Promozione. Una cavalcata vincente che si è conclusa lo scorso fine settimana con il successo per 3-0 sul Neapolis e con una grande festa allo stadio di Mugnano, comune a nord di Napoli, affollato di tifosi visto che la squadra ha un seguito enorme anche sui social network. L'Afro Napoli United - squadra nella quale milita Diego Armando Maradona junior - è nato nel 2009 come iniziativa di inclusione attraverso lo sport e per propagandare il no al razzismo con il calcio. La squadra è nata con atleti provenienti da Senegal, Costa D'Avorio, Nigeria, Capo Verde, Niger, Tunisia ma negli ultimi anni si sono aggregati anche ragazzi provenienti da altre nazioni europee e da Asia e Sudamerica.

Per la seconda volta Francesco Dezio ha raccontato le sue esperienze lavorative in un romanzo. Tra il primo e il secondo libro, i dieci anni che hanno sconvolto l'economia globale e trasformato il lavoro in una chimera, soprattutto al Sud, soprattutto per gli over-40 in cerca di una seconda possibilità. Tra l'ottimismo obbligatorio dell'impresa fai-da-te e la disperazione di stagisti e contrattisti a progetto, La gente perbene (Terrarossa edizioni) fa ridere e riempie di desolazione, come ha scritto Antonio Moresco in quarta di copertina. Nel continuo scambio tra realtà e allucinazione, la parola si fa carico di una rabbia viva e vitale. Intervista di Gaetano Prisciantelli.


 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Le parole sono coltelli

Le parole sono coltelli

10/01/2021

Puntata che inizia nel segno del centenario dalla nascita di Leonardo Sciascia, con intervista a Felice Cavallaro, contributi d'archivio e un'intervista a Massimo Onofri raccolta da Lorenzo Pavolini. Con Marcello Bortolato ed Edoardo Vigna, autori de La Vendetta Pubblica. Il carcere in Italia, Laterza 2020, e Gigi Romano della rivista Napoli Monitor e presidente dell'associazione Antigone Campania, un approfondimento sulla situazione nelle carceri meridionali durante la seconda ondata della pandemia. Con Imma Carpiniello, presidente della cooperativa sociale Lazzarelle, raccontiamo l'esperienza di inserimento sociale e professionale delle detenute nel carcere di Pozzuoli impegnate nella produzione di caffè artigianale e del neonato Bistrot Lazzarelle, inaugurato con l'inizio della pandemia. In tema di formazione e occupazione femminile, ascoltiamo Ivano Dionigi, presidente del Consorzio universitario AlmaLaurea dopo la pubblicazione dell'ultimo rapporto su laurea e imprenditorialità 2020. Chiude la puntata un documentario radiofonico, racconto sonoro dell'epidemia di colera del settembre 1973 a Napoli. Percorso musicale: resistenze sonore mediterranee e mediorientali.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Dadapolis

Dadapolis

03/01/2021

Prima puntata del 2021 e ultima del periodo natalizio dedicata al Caleidoscopio Napoletano, narrazione sonora di Marcello Anselmo e liberamente ispirata a Walter Benjamin e al suo Neapel, conferenza radiofonica trasmessa il 9 maggio 1931 dall'emittente di Francoforte Südwestdeutsche Rundfunk - Zeitung, 1931, e a Dadapolis di Andreas Andreas F. Müller e Fabrizia Ramondino (Einaudi, 1989). Con musiche originali di Nino Bruno, materiali d'archivio, registrazioni originali, spezzoni cinematografici, e i contributi di Marcella Marmo, Stefano De Matteis, Marino Niola, Maurizio Zanardi. Infine, intervista ad Ulrich Van Loyen sul volume Napoli Sommersa. Viaggio nei riti di Fondazione di una città, Meltemi, Roma, 2020.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Nero a metà: 40 anni dopo. 1980-2020

Nero a metà: 40 anni dopo. 1980-2020

27/12/2020

Puntata monografica di Zazà interamente dedicata al disco di Pino Daniele, quel Nero a metà che nel 1980 lo consacrò a livello nazionale e che quarant'anni dopo non ha ancora smesso di affascinare i fan e influenzare generazioni di musicisti. Con Raiz, voce degli Almamegretta, e Francesco Raiola, giornalista di Fanpage.it, andremo alla scoperta dei brani di un album culto nella discografia di Daniele. Accompagnati da materiale d'archivio con le interviste del cantautore partenopeo a Gianni Minà e Joe Marrazzo, e le voci di James Senese e Teresa De Sio.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Osanna. 50 anni di progressive

Osanna. 50 anni di progressive

20/12/2020

Lettera di Natale a Radio3 di Michelangelo Pistoletto; a seguire: puntata monografica dedicata agli Osanna, una delle band italiane di rock progressive più note e talentuose degli anni Settanta, che da Napoli fu tra le prime a proporre il progressive in Italia e a spingersi oltre i confini della forma-canzone, attraverso concerti dal vivo con trucco e costumi di scena ed esibizioni sostenute anche da coreografie create attraverso la teatralità della tradizione mediterranea con richiami alla commedia dell'arte. Con Lino Vairetti voce degli Osanna, e Gino Aveta musicista e testimone dell'epoca. Marcello Anselmo ricostruisce il Napoli Be In primo raduno musicale prog italiano organizzato a Napoli nel Luglio del 1973. Ascolti integrali di Palepoli (Osanna, 1973) ed El Tor (Città Frontale, 1975).

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per