Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Mondo

Da Sochi ad Afrin: nuovi negoziati per una nuova Siria?

Ascolta l'audio
Ankara vorrebbe ripopolare lastriscia di terra che ricomprende l'enclave di Afrine creare un'area demografica di discontinuità con i territori conquistati dalloYPG, l'ala armata delle Forze Democratiche curdo-siriane. Come? Con sfollati e rifugiati siriani arabi. Perché? Perevitare la formazione di uno stato curdo-siriano che confini con i territori turchiprevalentemente abitati da curdi

Il 30 gennaio, a Sochi, è ripartito un nuovo round di negoziati di pace per trovare un terreno di incontro sul conflitto in Siria. Le carte sul tavolo: l’ulteriore spaccatura dell’opposizione mente il conflitto si sposta a Ovest; l’offensiva contro i ribelli a Idlib di Russia, Iran; il conflitto ad Afrin, iniziato da Erdogan per “ripulire” l’area e creare una zona cuscinetto al suo confine Sud. Ankara vorrebbe ripopolare la striscia di terra che ricomprende l’enclave di Afrin e creare un’area demografica di discontinuità con i territori conquistati dallo YPG, l’ala armata delle Forze Democratiche curdo-siriane. Come? Con sfollati e rifugiati siriani arabi. Perché? Per evitare a tutti i costi la formazione di uno stato curdo-siriano che confini con i territori turchi prevalentemente abitati da curdi. Questo è solo uno dei tanti livelli di conflitto nel Nord della Siria. Da lì partiremo, per capire con Sochi quali sono le trattative sul futuro di un paese dilaniato da sette anni di guerra.

Mercoledì 31 gennaio Luigi Spinola ne parlerà con Eugenio Dacrema, Associate Research Fellow Nord Africa e Medio Oriente per ISPI e collaboratore di Eastwest. Con un’intervista a Zagros Hiwa, portavoce del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK).

Yemen: i separatisti del Sud (SRF) hanno conquistato una base dell'esercito vicino al porto di Aden, grazie al supporto dei jet degli Emirati Arabi Uniti. Il SR è, braccio armato del Consiglio di Transizione del Sud che punta alla secessione dal nord dello Yemen, e proprio il Consiglio domenica scorsa, aveva intimato al presidente Hadi di sciogliere il governo dimettere il Primo Ministro. Hadi, supportato dall'Arabia Saudita, ha rifiutato di "cedere alle minacce", gridando al tentato golpe. Da Riyad il Re Salman chiama al dialogo, mentre  le frizioni con gli Emirati si fanno sempre più evidenti. Ne parliamo con Eleonora Ardemagni, ricercatrice ISPI, analista politica esperta di monarchie del Golfo e di Yemen al NATO Defense College Foundation.  

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Una tangentopoli tutta sudafricana

Una tangentopoli tutta sudafricana

19/04/2019

In Sudafrica per raccontare gli scandali elettorali e la storia dei quartieri popolari di Città del Capo

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Una Norvegia oil-free

Una Norvegia oil-free

18/04/2019

Il fondo di investimento sovrano della Norvegia, il più grande al mondo valutato per oltre 1 miliardo di dollari, liquiderà una quota delle sue partecipazioni in società o in investimenti finanziari che hanno a che fare con gli idrocarburi. A cominciare dal petrolio dal gas naturale.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Una Spagna socialista?

Una Spagna socialista?

17/04/2019

Con un arrivo al governo un po' accidentato, in seguito agli scandali di corruzione che avevano travolto il PP di Rajoy, i socialisti spagnoli sembrano invece avere una possibilità di vittoria alle prossime elezioni del 28 aprile.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Ritorno a Fukushima

Ritorno a Fukushima

16/04/2019

Cinquanta persone torneranno ad abitare a Fukushima, l'impianto giapponese colpito da uno tsunami, dove si è verificato l'incidente nucleare più grave da quando è stato distrutto Chernobyl.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per