Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Piazza Verdi

Ricordi

Ascolta l'audio
Oggi ci immergeremo nei Ricordi.

Se non ricordi che Amore t'abbia mai fatto commettere la più piccola follia,

allora non hai amato. (William Shakespeare) Quando la gente mi chiede cosa vuol dire amare, abbasso gli occhi per paura di ricordare (Jim Morrison –The Doors).

Oggi ci immergiamo nei “Ricordi”.

Il 24 dicembre 2017, a partire dalle 18 sulla facciata di Palazzo Reale Milano,

a vent’anni dalla morte di Giorgio Strehler, avvenuta la notte di Natale del 1997,

il Piccolo Teatro di Milano ricorda con la proiezione, sulla facciata di Palazzo Reale, del filmato “Strehler legge i ‘‘Mémoires’’ di Carlo Goldoni. È la registrazione di una lettura del copione che il regista trasse dall’autobiografia goldoniana e da cui aveva progettato di allestire uno spettacolo, annunciato per la primavera del 1998 ma mai realizzato. Presentiamo in anteprima due estratti audio e ne parliamo con il Direttore del Piccolo Teatro di Milano Sergio Escobar.

Axel Trolese è nato nel 1997 a Genzano e ha iniziato a cinque anni gli studi musicali; attualmente vive a Parigi dove frequenta il secondo ciclo superiore al Conservatorio Nazionale nella classe di Denis Pascal; allo stesso tempo, frequenta il corso di alto perfezionamento all’Accademia di Santa Cecilia di Roma con Benedetto Lupo. Tra i più recenti riconoscimenti ha vinto nel giugno 2017 il 1º premio ed il premio del pubblico al Concorso Pianistico Internazionale “Alain Marinaro". È vincitore del “Premio Alfredo Casella” al Concorso Pianistico Nazionale “Premio Venezia 2015”. Nel 2016 gli è stato assegnato il “Premio EduMus”, riconoscimento dedicato ai migliori giovani musicisti italiani.

Musicista caratterizzato da una ricerca sofisticata, controllo impeccabile delle dinamiche e della timbrica e dotato di una forte individualità interpretativa ha già al suo attivo diversi concerti e rassegne musicali. Oggi sarà nostro ospite per presentarci dal vivo alcuni brani dal suo recente lavoro discografico "The late Debussy - Etudes & Epigraphes Antiques" ed un omaggio a Maurice Ravel.

La sua pipa, le sue mani alzate in segno di vittoria ai mondiali di Spagna del 1982, le fotografie con Papa Giovanni Paolo II, l’immagine del nonno rassicurante; ecco queste sono, molto probabilmente, le immagini che tanti Italiani hanno di Sandro Pertini, scomparso quasi 25 anni fa e, quindi, per molti di questi Italiani un personaggio poco conosciuto. Ma chi era? Un antifascista della prima ora, un fuggiasco in motoscafo all'estero con Filippo Turati, un carcerato per oltre 14 anni dal regime di Mussolini, un partigiano poi, membro della costituente fino a diventare Presidente della Repubblica. Un uomo affascinante, impeccabilmente elegante, franco, ironico, irruente, amante del teatro, della poesia, dell’arte; un socialista rispettato da tutti le parti politiche, un uomo che ha sempre lottato. Proprio perché non sia dimenticato ma anzi riportato alla memoria degli Italiani, presentiamo oggi alcuni frammenti del progetto di teatro civile “Gli uomini per essere liberi. Sandro Pertini, il Presidente” di Gianni Furlani nostro ospite insieme a Mauro Bertozzi, (attore) Tiziano Bellelli, Riccardo Sgavetti ed Emanuele Reverberi (musicisti).

Oggi insieme a Sandro Gorli (Direttore di Divertimento Ensemble) presenteremo in anteprima alcuni progetti del 2018, anno in cui Rondò, la loro stagione milanese, festeggerà il traguardo dei quindici anni. Ascolteremo Maria Grazia Bellocchio che suonerà al pianoforte una composizione di Alessandro Solbiati e una di Sandro Gorli; mentre il violinista Lorenzo Gorli eseguirà due capricci di Salvatore Sciarrino.

Marco Bacci ci porta al cinema con “La ruota delle meraviglie” di Woody Allen.

Nel monologo “Una patatina nello zucchero” Alan Bennett, con il suo inconfondibile tocco che sa unire profondità e leggerezza, narra del rapporto tra una madre in età avanzata e un figlio, colti nella loro non facile e non scontata quotidianità. Luca Toracca torna al monologo dopo la felice esperienza del “Natale di Harry” di Steven Berkoff. Affascinato dalla brillante scrittura di Bennett e vicino per esperienze personali alla figura del protagonista, da vita a Graham, il figlio, che pur pensando di incarnare per la madre una figura di assoluto riferimento (il sostegno, la compagnia, il badante, l’amico) sarà destinato a subire tutta una serie di angherie salvo poi rientrare per incanto nelle grazie dell’impegnativa vegliarda e nei binari della loro precedente soffocante routine. Il testo dipinge con tratti divertiti ma pietosi una situazione famigliare ormai consunta e il rapporto fra due solitudini, fra due diversità che cercano sostegno reciproco in una sorta di strampalato equilibrio. Umanità e ironia caratteristiche dello humour inglese tipico della scrittura di Bennett sconfinano nella comicità, come sempre succede quando non ci si capisce o si cammina su binari differenti.

Torna a trovarci la pianista Vanessa Benelli Mosell. La giovane pianista toscana residente da diversi anni a Parigi rende omaggio al grande compositore francese Claude Debussy, anticipando le iniziative che, a partire dal 2018, celebreranno i 100 anni dalla scomparsa. La scelta del repertorio accosta due capolavori appartenenti al primo periodo e al secondo periodo: la Suite Bergamasque (1890) con il famosissimo “Claire del Lune” e i 12 Preludi del primo libro (1910), composti in quello che è definito lo “stile maturo” di Debussy. Oggi chiuderemo la nostra puntata con alcune esecuzioni dal vivo.


 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta "Inventarsi"

"Inventarsi"

21/04/2018

Inventarsi

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Invasione

Invasione

14/04/2018

Invasione

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Magie

Magie

07/04/2018

"Io sono un grande ammiratore del mistero e della magia. Guardate questa vita: è tutta mistero e magia" (Harry Houdini).

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Divino

Divino

31/03/2018

"Divino"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per