Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Ora nessuno può far finta di non vedere

Ora nessuno può far finta di non vedere
Ascolta l'audio

Di fronte alla gravità degli episodi come quello della scorsa notte diventano poco più che buone intenzioni i tentativi di imporre nuove e più stringenti regole ai titolari dei locali, codici di autoregolamentazione ai fruitori della movida e decaloghi della buona «vita notturna». Certo, ben vengano le nuove regole. Tutto meno l'inazione del passato, la tragica politica del laissez-faire che tanti danni ha prodotto non solo a Chiaia. Ma non illudiamoci, né consoliamoci nel pensare che quanto accaduto (e accadrà ancora) sia solo una questione di divieti formali. Quei codici di autoregolamentazione, quelle regole e quei decaloghi parlano a una porzione di città già avvertita culturalmente. I ragazzi che decidono di armarsi, riunirsi in bande, incontrarsi nel cuore della città e sfidarsi per imporre, in modo antropologico, la legge del più forte, non solo vivono e vivranno al di fuori di quelle regole civili (minime, basilari) ma esprimono uno scollamento complessivo, il drammatico fallimento di ogni progetto di prevenzione, di ogni tentativo di recupero. Oltre che un controllo del territorio sfuggito a chi dovrebbe presidiarlo. Chiaia e altre zone della cosiddetta “movida”, da piazza Bellini a via Aniello Falcone, sono diventate proprio per la loro vocazione al divertimento notturno, per la loro capacità di accogliere assembramenti di giovanissimi, la “stanza di compensazione” dove si consuma e si sperimenta un degrado più ampio, che chiama in causa l’intera città e le sue fratture familiari e sociali, ma soprattutto la rottura di ogni confine, di ogni separatezza; la città, gli stessi abitanti di Chiaia, si erano illusi di poter vivere dentro questa separatezza; da una parte noi e da una parte loro, gli esclusi, i violenti.

Il fatto che i protagonisti della sparatoria di Chiaia non siano figli di quel quartiere, ma soggetti dalla forte attitudine criminale che hanno scelto quel quartiere come teatro delle loro imprese, non deve rappresentare un esercizio consolatorio o auto consolatorio per nessuno. E’ un fatto, tuttavia: che impone une riflessione perché ci spiega quanto si siano diradati i confini tra il cuore della città e quelle che una volta venivano individuate come nicchie di esclusione sociale. Questo diradamento di confini fa venir meno anche il sottile velo di ipocrisia che ci faceva credere che a Napoli il bene e il male si sforano ma non si toccano; che la legalità e l’illegalità, il rispetto delle regole e il disprezzo delle regole, così come il benessere e la fame, potessero restare separati senza incrociarsi. Due mondi distanti. Non è così. […]

continua sul Mattino 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Sudan, golpe dei militari: arrestato il premier Hamdok. Sangue sulle proteste
  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Chi ha fatto danni non faccia spallucce

Chi ha fatto danni non faccia spallucce

25/10/2021

Alla fine il nuovo amministratore delegato di Unicredit ha alzato l'asticella ad un livello tale che il Tesoro ha dovuto rompere le trattative per la cessione del Monte dei Paschi di Siena

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta La provocazione di Erdogan, cacciati 10 ambasciatori occidentali
  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Bonus edilizi, proroghe ma con aliquote ridotte

Bonus edilizi, proroghe ma con aliquote ridotte

23/10/2021

Con Enrico Fontana

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per