Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Piazza Verdi

28 ottobre 2017 "Colmare assenze"

28 ottobre 2017
Ascolta l'audio

“L’assenza disincarna, così fa la Morte, nascondendo gli individui alla Terra. (Emily Dickinson). L’assenza è, per colui che ama, la più sicura, la più efficace, la più viva, la più indistruttibile, la più fedele delle presenze. (Marcel Proust). Con la tua immagine e con il tuo amore, tu, benché assente, mi sei ogni ora presente. Perché non puoi allontanarti oltre il confine dei miei pensieri; ed io sono ogni ora con essi, ed essi con te. (William Shakespeare). L’assenza fa svanire le piccole passioni e infiamma le grandi, come il vento spegne una candela e alimenta un incendio. (François de La Rochefoucauld).
Oggi per noi il motto sarà: “Colmare assenze”.

 

«Il teatro, proprio perché teatro, anche mentre si sta preparando, è sempre e soltanto un profondo atto d’amore, un atto completamente “umano”. Richiede sempre una illimitata sottomissione ai battiti del proprio cuore. È un esercizio spirituale e fisico al tempo stesso, nel senso più completo della parola, un esercizio pericoloso e difficile, che può essere svolto solo a costo di un totale, assoluto, abbandono di sé.» Parole di Giorgio Strehler a cui, a partire da stasera, il Piccolo Teatro di Milano dedica Giorgio Strehler. L’umanità del teatro, due mesi di iniziative per ricordare il regista a vent'anni dalla morte, un fitto calendario di spettacoli, incontri, proiezioni, mostre, in vari luoghi del teatro e della città.
A parlarne con noi Sergio Escobar, Direttore del Piccolo Teatro di Milano.

 

Fiorentina, laureata in filosofia, arriva a Roma agli inizi degli anni ’70 per scrivere trasmissioni culturali per la Radio e la Televisione. Si inserisce nel movimento dell’avanguardia romana fondando uno spazio culturale, il Teatro Alberico, dove nasceranno i suoi primi lavori di quegli anni tra cui il famosissimo monologo Liquidi. Lucia Poli è oggi nostra gradita ospite per un ricco ritratto d’artista che ci offrirà anche l’occasione per presentare il suo nuovo lavoro teatrale L’intrusa dello scrittore belga-francese Eric-Emmanuel Schmitt e la mostra dedicata al fratello Paolo Poli inaugurata a Firenze presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino il 21 ottobre, in esposizione per due mesi, e curata da Rodolfo Di Giammarco.

 

In attesa della première scaligera del 29 Ottobre con La Gattomachia, Fiaba Musicale per Narratore, Violino Concertante e Archi (prima esecuzione assoluta) con testo di Orazio Sciortino liberamente tratto da La Gatomaquia di Lope de Vega, ospitiamo oggi proprio il pianista e compositore Orazio Sciortino.
Ambasciatore di un eclettismo personalissimo Sciortino è compositore, direttore d’orchestra e pianista di indiscusso virtuosismo, ma anche librettista all’occorrenza. Lo incontriamo anche in occasione della pubblicazione di Self Portrait il primo album che raccoglie prevalentemente sue composizioni. Dunque una boccata d’aria fresca che prelude forse ad un ritorno alle origini della produzione musicale. Uno spirito che Sciortino definisce ‘Dionisiaco’, quindi portato al multiforme per eccellenza e al gioco, spirito ludico che sicuramente traccerà un filo sottile tra la Gattomachia scaligera e alcune composizioni dell’album.

 

Il luogo è una stanza, una cucina; lo spazio drammatico la mente, il cuore, la pancia di un uomo. Un padre, un marito aggrappato al ricordo di una vita che non è più. Un padre, un figlio, una madre e una bugia che non basta più.
Essere Bugiardo, di Carlo Guasconi per la regia di Emiliano Masala con l’interpretazione di Mariangela Granelli, Carlo Guasconi e Massimiliano Speziani, è una storia basata sul non aver più niente, se non ricordi e poca forza nell’affrontarli. Il Padre, protagonista dell’opera, sprofonda nella palude melmosa del dolore dato da mancanze famigliari, dal pentimento per parole non dette, da un passato che non svanisce e che lui non vuole dimenticare. Seduto al tavolo della sua cucina, cercherà spiegazioni per quanto è accaduto alla sua famiglia, dialogando con la moglie e con il figlio con meccanismi da commedia del lutto, scavando nei loro trascorsi, confrontandosi con l’incapacità di avere un vero presente. Oggi tutto il cast è nostro ospite.

 

Marco Bacci ci porta al cinema con Victoria e Abdul regia di Stephen Frears.

 

Un artista contemporaneo tiene al pubblico una conferenza sull’Amleto di Shakespeare. Coerentemente alla questione che espone (l’identità e la trasmigrazione dell’identità nel lavoro dell’attore) da irredimibile camaleonte il relatore usurpa fin dal principio l’identità di un altro artista contemporaneo, Roger Bernat. Nel tentativo di illustrare la sua teoria, il nostro viene coinvolto in una serie di sprofondamenti sempre maggiori nella storia di Amleto, e al contempo nell’identità del suo avatar, tanto da esserne modificato profondamente nelle attitudini, nei gesti, nella voce e nell’essenza. In una parossistica e paradossale galleria di esemplificazioni di Amleti che hanno abitato la storia, il protagonista propone a se stesso e all’uditorio il tema di un’identità infedele e in costante metamorfosi, quello dell’usurpazione e dell’essenza, ma anche una riflessione incessante sul teatro e la sua funzione nella vita umana. Questo il plot di To be or not to be Roger Bernat una conferenza spettacolo di Fanny & Alexander con Marco Cavalcoli, drammaturgia Chiara Lagani, regia Luigi de Angelis.

 

Pagina dedicata all’infanzia grazie al moltiplicarsi di festival, concerti, teatri e spettacoli dedicati ai più piccoli. Dall’apertura a Milano della nuova sede del Teatro del Buratto ai festival Segni d’infanzia e Danae che quest’anno affronta anch’esso il tema dell’infanzia, ai concerti della Fondazione Pomeriggi Musicali e il programma della rassegna Crescendo in Musica dell’orchestra Verdi di Milano.

 

Un viaggio che parte, va e si muove simultaneamente in più direzioni, verso latitudini differenti a incontrare nuove musiche, altri saperi e rinnovati orizzonti emozionali. Sino a fondersi e confondersi, per dare corpo e struttura a un progetto sincero e originale. Trebisonda è perdere Trebisonda per ritrovare Trebisonda. Trebisonda è il titolo del nuovo lavoro discografico di Aksak Project prima ancora che ensemble, progetto “open”, vale a dire aperto a chiunque volesse, con il proprio talento, la propria creatività e la propria storia musicale, condividere, anche solo in parte, questo viaggio di “contANIMAzione” attraverso le musiche, le culture ed i popoli del pianeta. Achille Meazzi: santur, laouto greco, charango Alberto Venturini: percussioni, Camilla Barbarito: canto, Eloisa Manera: violino, Gianni Satta: tromba, Nicola Mantovani: chitarra classica, Marco Rottoli: contrabbasso; sono i protagonisti di questa nuova avventura e della chiusura di questa puntata.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Terza parte

Terza parte

23/10/2021

"Sono grato a tutte quelle persone che mi hanno detto di no…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Seconda parte

Seconda parte

23/10/2021

"Sono grato a tutte quelle persone che mi hanno detto di no…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta "Sono grato a tutte quelle persone che mi hanno detto di no…"

"Sono grato a tutte quelle persone che mi hanno detto di no…"

23/10/2021

"Sono grato a tutte quelle persone che mi hanno detto di no. È grazie a loro se sono quel che sono" (Albert Einstein)

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Terza parte

Terza parte

09/10/2021

"E' quel mare che ho dentro…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per