Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Mondo

Siria, la pace impossibile

Siria, la pace impossibile
Ascolta l'audio
Gli Stati Uniti vogliono una soluzione politica per il conflitto in Siria ma non insisteranno per un'uscita di scena del presidente Bashar al Assad, pur sapendo che lasciarlo al comando non offre le migliori speranze per la pace nel Paese

Gli Stati Uniti vogliono una soluzione politica per il conflitto in Siria ma non insisteranno per un'uscita di scena del presidente Bashar al Assad, pur sapendo che lasciarlo al comando non offre le migliori speranze per la pace nel Paese. Una strategia che emerge all'indomani della notizia, riferita dal Washington Post, secondo cui il presidente Trump ha deciso di sospendere il programma della Cia volto ad armare e addestrare ribelli moderati siriani che si oppongono al regime di Assad. Intanto le forze di "Siria Democatica" (SDF), un'alleanza curdo-araba siriana sostenuta da Washington, "hanno liberato il 30% di Raqqa", 'capitale' dello Stato Islamico (Isis) nel nord della Siria. La vera posta in gioco, però, non è rappresentata dalla vittoria sul cosiddetto “Califfato Islamico”. Il conflitto non riguarda un piccolo gruppo di “folli di Dio” e non è veramente alimentato da poche migliaia di giovani immigrati di seconda generazione non perfettamente integrati in Europa (i foreign fighhters), ma è il frutto di uno scontro di vasta portata in cui importanti Paesi aspirano a spartirsi il territorio siriano. Che tipo di accordo potrebbe concludere il conflitto in Siria?

Lunedì 24 luglio Anna Maria Giordano ne parla con Riccardo Cristiano, tra gli autori del libro “Siria, la pace impossibile” (Castelvecchi, Lit edizioni, 2017) e giornalista Rai.

In apertura, l'assalto all'ambasciata di Israele e la crisi della Spianata: ne parliamo con Ariel David, giornalista italo-israeliano che vive a Tel Aviv e collaboratore del quotidiano Haaretz. E ancora, ebrei di molte comunità e paesi della Diaspora, aderenti alla campagna promossa da SIso - Save Israel, stop the occupation hanno deciso di esprimere collettivamente il loro dissenso rispetto alla condotta del governo di Israele, attraverso petizioni rivolte alle ambasciate di Israele nel mondo, ne parliamo con Giorgio Gomel di JCall Italia.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta L'Italia alla guida del G20

L'Italia alla guida del G20

04/12/2020

Persone, pianeta, prosperità sono i tre pilastri della presidenza italiana del G20. E poi le opportunità, gli eventi e i temi annunciati da Conte: come sembrano incrociarsi con i temi dell'economia di Francesco?

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta 'Risolutamente europeista', Valery Giscard D'Estaing

'Risolutamente europeista', Valery Giscard D'Estaing

03/12/2020

Il ricordo di Valery Giscard dEstaing, il veto sul Bilancio e il Recovery Fund e poi le Interferenze di Andrea Borgnino ci raccontano il Disco Polo, il folk adorato dall'elettorato dei partiti al potere in Polonia.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Un nuovo Parlamento per il Venezuela

Un nuovo Parlamento per il Venezuela

02/12/2020

Le elezioni del 6 dicembre in #Venezuela non sono certo presidenziali, ma l'interesse internazionale che suscitano possono farle considerare equivalenti: verrà eletta la #AsambleaNacional2020. E poi la situazione in Guatemala.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Dall'Iran  una risposta 'a tempo debito'

Dall'Iran una risposta 'a tempo debito'

01/12/2020

Il presidente iraniano Rouhani ha accusato Israele e ha fatto sapere che Teheran si vendicherà " a tempo debito" in un momento che sceglierà. L'Iran non sembra voler iniziare una guerra prima che Biden si insedi alla Casa Bianca

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per