Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Classicaradio

Gli orizzonti di Bartók

Ascolta l'audio
- B. Bartok Concerto per pianoforte n. 3 - Quando il compositore è anche pianista

Quando il compositore è anche pianista, anzi pianista virtuoso, dai suoi concerti per pianoforte e orchestra ci si aspetta qualcosa di importante; Chopin, Liszt, Rachmaninov e Prokof'ev sono solo alcuni esempi.


Béla Bartók
non sfugge alla regola: per lui la tastiera ebbe un ruolo importante sia nei lavori didattici (innanzitutto la raccolta didattica Mikrokosmos) che nelle tante composizioni solistiche, vocali, sinfoniche o da camera, anche se Bartók non componeva al pianoforte e la scrittura per il suo strumento si può decisamente definire piuttosto tradizionale.

 

Il compositore ungherese compose tre Concerti per pianoforte e orchestra, diversi tra loro per clima e messaggio espressivo, e di essi il Terzo è opera luminosa della maturità.

 

Qui asprezze e difficoltà – che a detta dello stesso Bartók nella sua musica riguardano non solo l’esecuzione ma anche l’ascolto - lasciano il posto ad un linguaggio concertante in cui il pianoforte dialoga polifonicamente con le sezioni dell’orchestra.

 

Come spesso nella musica di Bartók, resta il ritmo la cifra più evidente; a questa si affiancano, soprattutto nel movimento centrale, una delicata compostezza e una garbata non superficiale, inaspettata serenità.

 

Nel 1945 ormai molto malato, Bartók non portò a termine questo Concerto; le ultime battute furono ricostruite e orchestrate dall’amico e allievo Tibor Serly.


Dedicato alla seconda moglie, la giovane pianista Ditta Pásztory, il Terzo concerto fu eseguito per la prima volta l’anno dopo da György Sándor con la Philadelphia Orchestra, direttore Eugene Ormandy.

 

Mente musicale tra le più ricche del secolo scorso, considerato il più dissonante degli autori novecenteschi (escludendo la scuola di Vienna con la quale ebbe rapporti interlocutori), Bartók in quest’opera si congeda dalla vita con intenso raccoglimento.

 

 

Béla Bartók

Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in mi maggiore BB 127, SZ 119 

orchestrazione terminata da Tibor Serly

 

 - Allegretto

 - Adagio religioso

 - Allegro vivace - Presto

 

ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE DELLA RAI

direttore, Eiji Oue

pianoforte, Beatrice Rana

 

 

Registrato il 19/20 marzo 2015. Torino, Auditorium Rai 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Improvvisi segni di vita

Improvvisi segni di vita

13/06/2018

S. Golinelli, Morceau de Salon op. 124 n. 2

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Cinque anime

Cinque anime

14/06/2018

R. R. Bennett, Four Piece Suite

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Una vita fedele

Una vita fedele

07/06/2018

J. S. Bach, Matthäus-Passion (4)

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Stupido candore in onore della stampa

Stupido candore in onore della stampa

07/06/2018

F. Mendelssohn, Sinfonia n. 2 "Lobgesang"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Canali Overview

Nessun risultato per