Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

A3 il formato dell'arte

16a Quadriennale d’arte Altri tempi, altri miti - A3 del 15/10/2016

16a Quadriennale d’arte Altri tempi, altri miti - A3 del 15/10/2016
Ascolta l'audio
Sono 99 gli artisti selezionati dai 10 curatori per la kermesse che dopo 8 anni risorge a Roma nella sede di Palazzo delle Esposizioni
La mostra, allestita al Piano Nobile di Palazzo delle Esposizioni su oltre 2.000 metri quadrati, presenta 10 sezioni espositive ideate da 11 curatori, 99 artisti con 150 opere, tutte recenti, molte realizzate per l’occasione.
Il percorso espositivo è libero e il visitatore – a partire dalla Rotonda centrale, che durante la mostra sarà animata da performance, incontri, proiezioni che sono parte integrante dei progetti espositivi di molti curatori – può iniziare la propria esperienza di visita da una delle sezioni espositive. Il titolo è ispirato alla raccolta “Un weekend postmoderno.

Cronache dagli anni Ottanta” (1990) dello scrittore Pier Vittorio Tondelli (1955-1991) che offre una narrazione per frammenti dell’Italia. Analogamente, la 16a Quadriennale è concepita come una mappatura mutevole delle produzioni artistiche e culturali dell’Italia contemporanea e ognuna delle dieci sezioni espositive approfondisce un tema, un metodo, un’attitudine, una genealogia che connota i progetti artistici.

Simone Ciglia e Luigia Lonardelli in I would prefer not to/Preferirei di no, presentano una selezione di autori esemplificativi di un’attitudine diffusa del fare arte oggi, riconducibile a un sottrarsi, a un resistere a codificazioni identitarie. Michele D’Aurizio con Ehi, voi! propone la ritrattistica come linguaggio tramite cui attraversare le vicende più recenti della nostra arte, per la sua capacità di esprimere una commistione tra sfera individuale e sfera sociale.

Luigi Fassi con La democrazia in America invita ad approfondire alcuni aspetti della storia dell’Italia contemporanea attraverso una rilettura del pensiero di Tocqueville. Simone Frangi in Orestiade italiana volge lo sguardo al contesto del nostro Paese nei suoi versanti culturale, politico, economico, con una riscrittura analogica e corale di alcuni nuclei di un lavoro filmico di Pasolini.

Luca Lo Pinto in A occhi chiusi, gli occhi sono straordinariamente aperti sonda i temi del tempo, dell’identità, della memoria, letti in continua metamorfosi all’interno della relazione tra il singolo e la collettività. Matteo Lucchetti in De Rerum Rurale pone al centro dell’attenzione la ruralità come spazio reale e speculativo nel quale descrivere e re-immaginare il sistema di relazioni tra ambiente naturale e antropizzato, anche nella sua profondità storica. Marta Papini in Lo stato delle cose propone un impianto in progress nel quale la rotazione di artisti molto diversi instaura uno spazio dialettico tra le singole ricerche e tra queste e il pubblico.

Cristiana Perrella in La seconda volta individua un nucleo di autori accomunati da un interesse per l’uso di materiali densi di storie già vissute che reinterpretano in insospettabili combinazioni, secondo una poetica della trasformazione. Domenico Quaranta con Cyphoria analizza l’impatto dei media digitali su vari aspetti della vita, dell’esperienza, dell’immaginazione e del racconto. Denis Viva in Periferiche individua nel policentrismo un’originale condizione strutturale del nostro territorio che permea anche la nostra cultura visiva.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta A3. IL FORMATO DELL'ARTE - Mario De Biasi. Fotografie 1947-2003

A3. IL FORMATO DELL'ARTE - Mario De Biasi. Fotografie 1947-2003

10/04/2021

La Casa dei Tre Oci di Venezia presenta un'ampia retrospettiva dedicata a uno dei più grandi fotografi italiani, instancabile narratore del mondo, Mario De Biasi

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta A3. IL FORMATO DELL'ARTE - Aurelio Amendola a Pistoia

A3. IL FORMATO DELL'ARTE - Aurelio Amendola a Pistoia

03/04/2021

AURELIO AMENDOLA Michelangelo, Burri, Warhol e gli altri a Pistoia a Palazzo Buontalenti e nell'Antico Palazzo dei Vescovi una mostra antologica dedicata a un maestro della fotografia italiana

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Le altre opere. Artisti che collezionano artisti

Le altre opere. Artisti che collezionano artisti

27/03/2021

Con Elena Del Drago

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta A3. IL FORMATO DELL'ARTE - Lisetta Carmi. Voci allegre nel buio

A3. IL FORMATO DELL'ARTE - Lisetta Carmi. Voci allegre nel buio

20/03/2021

Il MAN Museo d'Arte Provincia di Nuoro presenta una grande antologica dedicata a Lisetta Carmi, tra le più significative protagoniste della fotografia italiana del secondo dopoguerra.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per