Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Il Teatro di Radio3

Giuliana Lojodice

Giuliana Lojodice
Ascolta l'audio
"Jezabel" di Irène Némirovsky

Jezabel
di Irène Némirovsky
con la partecipazione di Vincenzo Bocciarelli e Annalisa Picconi
adattamento di Roberto Agostini

creazione originale per il mese del teatro di Radio3

Giuliana Lojodice è una delle presenze più importanti del teatro italiano, entrata in scena a quattordici anni sottola direzione di Luchino Visconti per Il crogiulo di Miller. Il suo nome si lega nella memoria dei nostri palcoscenici e della televisione al lungo sodalizio con Aroldo Tieri che la renderà uno dei volti più noti ed amati dal pubblico.Poche ma importanti le sue apparizioni al cinema , con La dolce vita di Fellini o La vita è bella di Benigni. Negli ultimi tempi da ricordare la sua straordinaria interpretazione di Copenhagen di Frayn per la regia di Mauro Avogadro, Le conversazioni di Anna K da Kafka con Ugo Chiti o Quel che sapeva Masie da James con Ronconi, senza dimeticare il lavoro svolto accanto al regista Giancarlo SepeIn una recente intervista dichiarva “Preferisco essere severa e modesta. Se ci penso non mi dispiacerebbe scrivere. Ma leggo troppe cose brutte. Adesso stimo solo Irène Némirovsky. E ho a cuore il linguaggio dei miei figli».

Quando fa il suo ingresso nell'aula di tribunale in cui verrà giudicata per l'omicidio del suo giovanissimo amante, Gladys Eysenach viene accolta dai mormorii di un pubblico sovreccitato, impaziente di conoscere ogni più sordido dettaglio di quello che promette di essere l'affaire più succulento di quanti il bel mondo parigino abbia visto da anni. È ancora molto, molto bella, Gladys Eysenach: il tempo sembra averla "sfiorata come a malincuore, con mano cauta e gentile", quasi si fosse limitato ad accarezzarla teneramente, e le donne presenti nell'aula si sussurrano con invidia i nomi dei suoi innumerevoli amanti. Ma pochi giorni dopo, allorché vengono pronunciate le arringhe, tutta la sua bellezza pare averla abbandonata, e Gladys è ormai soltanto una donna vecchia e sfinita, che a mani giunte supplica i giudici di infliggerle la pena che merita. La condanna sarà lieve, invece, solo cinque anni: il movente passionale ha fatto sì che le venissero concesse le attenuanti previste dalla legge. Ma qual è la verità - quella verità che Gladys Eysenach ha cercato ad ogni costo di occultare? Capace come pochi altri scrittori di scavare nel cuore femminile con implacabile, chirurgica precisione, Irène Némirovsky ci svela a poco a poco il segreto di questa donna che ha desiderato più di ogni altra cosa di rimanere immutabilmente bella, di essere amata per sempre - e che per questo è arrivata a uccidere.
Irène Némirovsky Nata in Ucraina, abbandonerà la religione ebraica per convertirsi al cattolicesimo nel 1939. Vivrà e lavorerà in Francia, fino a quando verrà arrestata dai nazisti in quanto ebrea, e deportata nel luglio del 1942 ad Auschwitz, dove morìrà un mese più tardi di tifo. Il marito, Michel Epstein, cercherà di farla liberare ma verrà mandato anche lui ad Auschwitz a morte nelle camere a gas nel novembre dello stesso anno.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta L'orizzonte di notte non esiste

L'orizzonte di notte non esiste

26/06/2021

In occasione dell'anniversario della strage di Ustica (che cade il giorno dopo) in collaborazione con l'Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica, per il Teatro di Radio3 andrà in onda lo spettacolo: L'orizzonte di notte non esiste di Nello Scavo

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta IL TEATRO DI RADIO3 - "L'assasinio di un ranuncolo" di Alfred Döblin

IL TEATRO DI RADIO3 - "L'assasinio di un ranuncolo" di Alfred Döblin

17/06/2021

Il racconto dello scrittore tedesco realizzato all'interno del progetto Arte e Salute Ragazzi insieme all'Ensemble Concordanze, con le musiche originali di Massimo Pupillo.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Teatri in prova - La vita è sogno di Lenz

Teatri in prova - La vita è sogno di Lenz

14/06/2021

La vita è sogno di Lenz all'Abbazia di Valserena: il capolavoro barocco di Pedro Calderón de la Barca per Parma Capitale Italiana della Cultura 2021

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Domenica a Teatro- Il giardino

Domenica a Teatro- Il giardino

13/06/2021

Un radiodramma di Zinnie harris sul climate-change e la crisi di coppia, con Francesco Villano e Sonia Barbadoro.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per