Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Uomini e Profeti

Sabato 19 dicembre 2015 - Storie. "Brasile, il paese più religioso del mondo?" con Marco Dal Corso. Faustino Teixeira

Ascolta l'audio
Il Brasile, di solito, è considerato il paese più cristiano del mondo, per numero di fedeli non solo al tradizionale cattolicesimo, ma anche per le numerose chiese pentecostali ...


Donna Candomblé


Il Brasile, di solito, è considerato il paese più cristiano del mondo, per numero di fedeli non solo al tradizionale cattolicesimo, ma anche per le numerose chiese pentecostali che vi sono approdate nel corso degli ultimi trent’anni. In realtà, la più grande nazione sudamericana si presenta oggi come un laboratorio vivo di espressioni di fede e di religioni ancestrali in sintesi nuove, in feconda alleanza con i venti di libertà che la modernità ha soffiato. Per questo, può essere rilevante capire come il Brasile sta vivendo l’esperienza della multireligiosità crescente, la complessa persistenza dei sincretismi fra culti tradizionali e fedi più istituzionalizzate, il ritorno di fiamma della teologia della liberazione dopo l’avvento come papa di Francesco, figlio dell’America Latina. Ne parleremo con Marco Dal Corso, teologo e docente di Dialogo interreligioso presso l’Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino (VE), e con Faustino Teixeira, professore di Teologia delle religioni all’Università federale di Juiz de Fora (Minas Geras, Brasile) e consultore dell’Istituto di studi sulla religione di Rio de Janeiro.

Suggerimenti di lettura
José Oscar Beozzo – Luis Carlos Susin, a cura, Brasile, laboratorio di Chiesa, Concilium n. 3 (2002)
Faustino Teixeira, Il pluralismo religioso come nuovo paradigma per le religioni , in Concilium n. 1 (2007), pp. 31-40
Marco Dal Corso, Per un cristianesimo altro. Le esperienze religiose amerindie, Pazzini 2007
Marco Dal Corso, Religioni tradizionali, EMI 2013 
Faustino Teixeira, Cercatori cristiani in dialogo con l’islam, Pazzini editore 2015 

Ascolto musicale
Matais de Incêndios, Cantiga ou Vilancico de Natal  attribuito a António Marques Lésbio 

Parole
Un giornalista chiese alla teologa tedesca Dorothee Sölle: «Come spiegherebbe a un bambino che cosa è la felicità?». «Non glielo spiegherei, – ripose, – gli darei un pallone per farlo giocare». Il calcio professionistico fa tutto il possibile per castrare questa energia di felicità, ma lei sopravvive malgrado tutto. E forse per questo capita che il calcio non riesca a smettere di essere meraviglioso […] Per quanto i tecnocrati lo programmino nei minimi dettagli, per quanto i potenti lo manipolino, il calcio continua a voler essere l’arte dell’imprevisto. Dove meno te lo aspetti salta fuori l’impossibile, il nano impartisce una lezione al gigante, un nero allampanato e sbilenco fa diventare scemo l’atleta scolpito in Grecia…
                                                  Eduardo Galeano 


Alcune considerazioni generali possono essere ricavate con uno sguardo attento al campo religioso brasiliano. Si evidenzia il fatto di una progressiva pluralizzazione religiosa che va lentamente rompendo la forte egemonia cristiana che ancora predomina nel paese. E ancora la dinamica di una crescente de-istituzionalizzazione religiosa con l’indebolimento delle appartenenze tradizionali. Oltre alla moltiplicazione e diversificazione delle istituzioni portatrici di senso, anche una “minore fedeltà verso di esse”. Ricercatori richiamano l’attenzione per i cambiamenti che stanno avvenendo oggi nei confronti della relazione identitaria che vincola i fedeli alle proprie istituzioni religiose. Ciò non si avviene più in forma rigida e ingessata, ma in maniera fluida, creativa e portatrice di novità. I contenuti e il significato dell’identità religiosa tendono ad essere meno totalizzanti e aperti a modalità diversificate. (…) Può anche accadere, come ha ricordato Regina Novaes, una dinamica di rappresentazione pratica religiosa che fugge ai circuiti istituzionali, operando molte volte fuori o ai margini degli stessi. O ancora una vita spirituale distaccata dalla vita religiosa istituita. Infine, è importante ricordare che la pluralizzazione in corso non esclude la possibilità di inserimenti identitari più radicali ed esclusivisti, che cercano un regime forte di intensità religiosa. I diversi ceppi di fondamentalismo sono lì per non smentire tale dato.

                                                    Faustino Teixeira 

Forse una delle più significative sfide per il XXI secolo è quella del dialogo tra le religioni. Non è possibile evitare di confrontarsi con questo importante imperativo del nostro tempo. Siamo tutti coinvolti in un mondo sempre di più abitato dagli “altri”, da identità religiose diverse che si incontrano, dialogano oppure confliggono. Le differenze sono davanti a noi, ancora più direttamente visibili e avvicinabili. E possono allora essere argomento sia di preoccupazione, sospetto e contaminazione, sia di tolleranza, riconciliazione e dialogo. La grande scommessa che facciamo va in questa seconda direzione. Come ha indicato Marco Lucchesi: “Lo straniero bussa alla nostra porta. Non c’è altro cammino se non quello del dialogo: con energia crescente, con il vincolo di relazione che lo costituisce. Il dialogo è un tesoro prezioso, un luogo di avventura, di stupore e di inquietudine”.

                                                           Faustino Teixeira

                                    
                     Spiaggia di Copacabana, Giornate Mondiali della Gioventù, luglio 2013

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta "Le vie dei Santi" - I puntata

"Le vie dei Santi" - I puntata

01/12/2019

"Le vie dei Santi" Con Marino Niola - I puntata

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta "Porte aperte. L'Italia che non cede alla paura"

"Porte aperte. L'Italia che non cede alla paura"

24/11/2019

"Porte aperte. L'Italia che non cede alla paura" Con Mario Marazziti - 2° incontro

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta "Porte aperte. L'Italia che non cede alla paura"

"Porte aperte. L'Italia che non cede alla paura"

17/11/2019

"Porte aperte. L'Italia che non cede alla paura" Con Mario Marazziti

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta "Donne e teologia. La sfida del femminismo"

"Donne e teologia. La sfida del femminismo"

10/11/2019

"Donne e teologia. La sfida del femminismo" Con Marinella Perroni e Andrea Grillo

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per