Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Piazza Verdi

BELLEZZA ...tuttavia

BELLEZZA ...tuttavia
Ascolta l'audio

Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa compiono trent’anni d’attività (1985/2015) e aprono un loro teatro in Torino: il TEATRO MARCIDOFILM!, che sarà inaugurato lunedì 23 novembre 2015 con il debutto in prima nazionale di un’edizione specialissima dell’Amleto: AmletOne! di Marco Isidori da William Shakespeare. Questo nuovo palcoscenico torinese nasce sia per ospitare alcune produzioni della Compagnia, ma anche per consentire l'esordio di quelle neoformazioni artistiche che pur portatrici di una poetica interessante, non trovano l'occasione pubblica per mostrarne gli esiti. Curiosità: perché chiamare Marcidofilm! uno spazio teatrale? La risposta insieme a tante altre la chiederemo a Marco Isidori (Patron della compagnia) oggi nostro ospite.


Il mattino del 20 ottobre del 1944, alcuni aerei della Air Force, dopo aver bombardato l’area nord di Milano, scaricarono le bombe residue sulla città. Una di queste, per una tragica combinazione, sfondò̀ il tetto della Scuola Francesco Crispi di Gorla, si infilò nella tromba delle scale ed esplose nella cantina dove si erano rifugiati gli alunni, uccidendone 184. Il drammaturgo e regista Renato Sarti ha rievocato, con linguaggio teatrale, quel tragico evento, basando il suo lavoro sulle pubblicazioni, i documenti militari, i libri, gli articoli e, soprattutto, sulle testimonianze. Due giovani attori, Federica Fabiani e Matthieu Pastore, danno voce ai bambini che quel giorno persero la vita, mentre a Giulia Lazzarini, attrice di grande sensibilità, che al tempo viveva proprio vicino al quartiere di Gorla e ricorda perfettamente quei momenti drammatici, è affidata la testimonianza dei sopravvissuti. Oggi tutto il cast sarà nostro ospite per presentare lo spettacolo Gorla fermata Gorla.

 

E’ dedicato al compositore e violinista italiano Marco Uccellini (1610-1680), maestro di cappella a lungo attivo fra le corti di Modena e Parma, il nuovo progetto del Duo Arparla composto da Davide Monti al violino e Maria Christina Cleary all’arpa cromatica barocca. Si tratta di un’antologia di brani per violino e basso continuo tratti da una raccolta veneziana stampata nel 1649 e permette di riscoprire un autore del barocco seicentesco, la cui opera rappresenta un punto fondamentale nell’evoluzione della sonata strumentale e della tecnica violinistica. Ad ogni sonata è suggerito l’accostamento ad un particolare “sentimento” o argomento (la musica, l’allegrezza, la filosofia ecc.) in un suggestivo percorso di esplorazione a cui ci uniremo oggi grazie al dialogo elegiaco tra il violino e l’arpa.

 

Enrico Ianniello torna a trovarci per presentare il suo nuovolo lavoro teatrale EterNapoli, tratto dal romanzo Di questa vita menzognera di Giuseppe Montesano in cui una famiglia di imprenditori napoletani senza scrupoli, saldamente solidali al potere politico, sono pronti a realizzare il loro folle progetto: trasformare Napoli, tutta Napoli, in Eternapoli, una città/parco tematico, dove la vita recitata sostituisce definitivamente la vita reale. L’attore e regista partenopeo sceglie di portare lo spettacolo in scena in forma di assolo in una comica moltiplicazione di voci e personaggi in quello che definisce  «un romanzo straordinario, un patinato delirio di modernità, il racconto di un pazzo nella cui testa urlano, si amano, riflettono, si suicidano, predicano, muoiono o dominano questi personaggi. Un delirio patinato molto, molto simile alla realtà che viviamo».

 

Marco Bacci ci porta al cinema con  Mr. Holmes – Il mistero del caso irrisolto regia di Bill Condon.

 

Incontriamo oggi Piera Mungiguerra e Ferdinando Cotugno che a quattro mani hanno realizzato lo spettacolo Come l’acqua da un bicchiere rotto interpretato da Marco Ripoldi e Libero Stelluti. Lo spettacolo parla di una perdita e di un viaggio fra ricordi e sogni. Parole e immagini per esplorare il luogo caldo dove la morte impone le sue ragioni sull’amore e dove quest’ultimo ne esplora i territori cercando lo spazio per restare. Sulla scena c'è una scatola e gli oggetti di una persona che invece non c'è più. Il vuoto che resta, i pezzi del naufragio, e due ragazzi, parte dello stesso amore, a metter ordine nello spazio come nel tempo.
Attraverso la memoria, da quella stanza inizierà il cammino, che getterà ponti fra realtà e sogno, fra scatole impolverate e animali marini nel fondo dell'oceano, provando a forzare la vita e la morte. Provando ad andare contro le regole.

 

Oggi sabato 21 novembre, in nove Nazioni, si tiene la prima giornata europea dello spettatore, un evento che non solo celebrerà il pubblico di tutta Europa, ma che potrà aiutare gli spettatori ad essere più consapevoli dell'impatto creativo che essi possono avere sul processo artistico. Attraverso il network Be SpectACTive!, composto da dodici membri di nove paesi europei, diversi gruppi di spettatori attivi stanno partecipando, da oltre un anno, alla programmazione teatrale e all'organizzazione culturale nelle loro città, un progetto ambizioso che proseguirà per altri tre anni. Oggi cerchiamo di entrare nel dettaglio di questa iniziativa.

 

Chiudiamo con la bellezza della nostalgia perché proprio alla nostalgia è dedicato il nuovo progetto del duo composto da Anna Serova (viola) e Filippo Faes (pianoforte). Nostalghija contiene la Sonata per violoncello e pianoforte in sol minore op. 19 di Sergei Rachmaninov (trascritta per viola dalla stessa Serova) e la Sonata per viola e pianoforte op. 147 di Dimitri Shostakovich. Due folgoranti sonate, quella giovanile di Rachmaninov (1901) e quella che costituisce la creazione estrema di Shostakovich (1975), incorniciano un secolo e delineano due sensi di nostalgia opposti e complementari. La nostalgia per ciò che è stato ma non esisterà più (il mondo dorato dell’aristocrazia zarista che di lì a poco sarà spazzato via dalla Rivoluzione di Ottobre) e la nostalgia per ciò che avrebbe potuto essere e non è stato (la libertà di esprimere sé stesso e la multiforme realtà della vita, che fu negata a Shostakovich dal regime sovietico).

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Amore nascosto

Amore nascosto

19/09/2020

"Viviamo in un mondo in cui ci nascondiamo per fare l'amore, mentre la violenza e l'odio si diffondono alla luce del Sole." (John Lennon)

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Oltre l'eden

Oltre l'eden

04/07/2020

Oltre l'eden

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Tra cielo e terra

Tra cielo e terra

27/06/2020

Tra cielo e terra

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Correnti di ali

Correnti di ali

20/06/2020

Piazza Verdi dedica la puntata di sabato 20 giugno alla Giornata Mondiale del Rifugiato in compagnia di Moni Ovadia, Mirna Kassis, Ramin Bahrami, Maurizio Schmidt; con un percorso cinematografico realizzato da Paola Piacenza. Negli ultimi venti minuti un breve sguardo al mondo teatrale facendo tappa nel Veneto grazie a: Marta Cuscunà, Babilonia Teatri e Anagoor.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per