Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Piazza Verdi

Les jeux sont faits

Les jeux sont faits
Ascolta l'audio

A quarantanni dall’omicidio ci chiediamo ancora: “Chi era Pier Paolo Pasolini? ”
Durante la nostra puntata non cercheremo la risposta che possa definire la figura dell’artista, dell’intellettuale e dell’uomo più “à la recherche” del Novecento italiano. Ma tracceremo una sorta di mappa geografica delle iniziative che andranno a ricordarne la figura lungo tutto il nostro stivale.

 

«Questa, Lettor carissimo, è una Commedia veneziana, venezianissima...» scrive Carlo Goldoni nella prefazione di Le donne gelose, la sua prima commedia scritta interamente in dialetto. Giorgio Sangati, regista poco più che trentenne oggi nostro ospite, interpreta una delle opere meno frequentate di Carlo Goldoni imprimendo la sua visione su una commedia che fa ridere molto, di noi, anche amaro. L’ambiente è un quartiere di una città (Venezia) che è di per sé un mondo separato dal mondo, eppure tutto sembra scritto per noi. La crisi morde, i negozi soffrono, i piccoli commercianti si fanno la guerra, le fortune si mettono in gioco e alla fortuna del gioco si affidano illusorie speranze, su tutto dominano il denaro e l’incubo di diventare poveri. Oggi iniseme al regista un poker d’assi di interpreti: Fausto Cabra, Valentina Picello, Paolo Pierobon e Sandra Toffolatti.

 

Maldimè è il titolo del nuovo progetto discografico del duo composto dalla cantante Rachele Andrioli e del  fisarmonicista Rocco Nigro, oggi nostri primi ospiti musicali. Esiste un legame  sottile  e  profondo  tra  la  vita  e  il  canto    nella  cifra  artistica  di  Rachele Andrioli  e  di  Rocco  Nigro,  che  ci  riportano,  attraverso  un’espressività  mai  ostentata  a  un mondo che ormai non c’è più, o forse sì; percorrendo i luoghi rurali della loro terra richiamando il senso  della  musica  come  espressione  di  socialità.  In Maldimè  propongono una chiave differente per attualizzare in modo rispettoso la voce del popolo riscritta dai poeti del canto italiano e pugliese in particolare. Dal tenue e straziante Matteo Salvatore al primo e autentico Domenico  Modugno; dagli  stornelli  toscani di Caterina  Bueno, che richiamano i primi anni del secolo  scorso, alle ballate della Sicilia di Rosa Balistreri; passando agli omaggi a Gabriella Ferri e alla “tradizione” di Nino Rota ed Ennio Morricone.

 

Ma torniamo al “gioco” con Slot Machine il nuovo lavoro di creazione di Marco Martinelli. Il tema è il racconto di un uomo che annega nella malattia, il suo abbandonarsi al pericolo del gioco d’azzardo, lo svelamento della doppiezza dell’animo umano attratto morbosamente da sfide autodistruttive. Una storia di dipendenza e discesa in un abisso interpretata da Alessandro Argnani, il giocatore vittima dei suoi aguzzini che attraversa tutte le conseguenze umane, familiari e sociali della sua 'malattia' o 'vizio'. Oggi regista ed interprete saranno nostri ospiti insieme a Marco Dotti (docente di Professioni dell'editoria al corso di laurea in Comunicazione dell'Università di Pavia, membro del gruppo di direzione del mensile Communitas e della redazione di Vita specializzato nel gioco d'azzardo e social policy e fondatore del movimento No Slot) curatore di una serie di incontri che si terranno al termine dello spettacolo e intitolati: La città gioca d'azzardo.

 

Paola Piacenza ci porta al cinema con Tutto può accadere a Broadway regia di Peter Bogdanovich e non mancherà l’occasione di tornare alla figura di Pier Paolo Pasolini.

 

ATIR compie vent’anni. Questa Stagione 2015/2016 è la sua festa di compleanno, il giusto compimento di un lungo cammino. Il 17 maggio 1996 sette giovani neo-diplomati della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano fondarono ATIR Associazione Teatrale Indipendente per la Ricerca.
Atir Teatro Ringhiera per festeggiare i vent’anni ha deciso di aprire la Stagione di prosa con una personale dedicata ad un’attrice d’eccezione, nonchè sua attrice storica, Arianna Scommegna, Premio UBU 2014 miglior attrice.
Quattro i monologhi interpretati da Arianna Scommegna: Potevo essere io di Renata Ciaravino, Qui città di M. di Piero Colaprico, Cleopratàs e Mater Strangosciàs di Giovanni Testori. Quattro monologhi che hanno un unico denominatore, la forza interpetativa di Arianna Scommegna e la speranza come atto di fiducia, una fiducia nell’essere umano che attraverso il teatro, cerca come la Mater un luogo di catarsi di fronte agli inconsolabili dolori del vivere.
La stessa speranza che spinge il Teatro Ringhiera ad andare avanti con la convinzione che unendo le forze ci si possa ritrovare fra dieci anni a festeggiare i trenta. Noi oggi festeggiamo Arianna Scommegna e con lei Atir Teatro Ringhiera.

 

Allo Spazio Forma Meravigli di Milano fino al 15 novembre si può visitare la mostra La vera Italia? Due inchieste di Pier Paolo Pasolini - La lunga strada di sabbia – Comizi d’amore, oggi ne parliamo con la curatrice Alessandra Mauro.

 

A chiudere la puntata la musica di Daniele Gregolin “Clan Zingaro” composto da: Daniele Gregolin (chitarra “manouche”), Andrea Aloisi (violino), Cristiano Da Ros (contrabbasso) e Michele Rusconi (chitarra). Il gruppo jazz guidato da Gregolin ci accompagnerà con  ritmi swing gitani e swing classico italiano, con composizioni e atmosfere del gigante Django Reinhardt, con rifacimenti di brani storici italiani (Carosone, Tagliavini) e americani (Michael Jackson).

Fino a poter esclamare: “Les jeux sont faits”.   

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Amore nascosto

Amore nascosto

19/09/2020

"Viviamo in un mondo in cui ci nascondiamo per fare l'amore, mentre la violenza e l'odio si diffondono alla luce del Sole." (John Lennon)

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Oltre l'eden

Oltre l'eden

04/07/2020

Oltre l'eden

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Tra cielo e terra

Tra cielo e terra

27/06/2020

Tra cielo e terra

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Correnti di ali

Correnti di ali

20/06/2020

Piazza Verdi dedica la puntata di sabato 20 giugno alla Giornata Mondiale del Rifugiato in compagnia di Moni Ovadia, Mirna Kassis, Ramin Bahrami, Maurizio Schmidt; con un percorso cinematografico realizzato da Paola Piacenza. Negli ultimi venti minuti un breve sguardo al mondo teatrale facendo tappa nel Veneto grazie a: Marta Cuscunà, Babilonia Teatri e Anagoor.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per