Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Extra Files

Segui

Bari Piano Festival - Programma 2021

Bari Piano Festival - Programma 2021

“Il Bari Piano Festival 2021, giunto alla quarta edizione, sfida le difficoltà del periodo proponendo grandi artisti della scena internazionale e spettacoli di forte interesse, capaci di associare al pianoforte, declinato soprattutto nella dimensione della contemporaneità, varie espressioni artistiche, dalla scrittura alla recitazione, alla danza. Le proposte di repertorio comprendono, quest’anno, musicisti come Stockhausen, Ligeti e Berio, ma anche Battiato o il jazz di Dan Tepfer e Omar Sosa. La novità è costituita da due lezioni di musica, in cui - con stile colloquiale e capacità comunicativa - si offrono al pubblico preziose occasioni di ascolto e approfondimento.
I protagonisti di questa edizione confermano e rafforzano il prestigio internazionale del Bari Piano Festival nel segno della qualità e dell’innovazione.”

PROGRAMMA DEL BARI PIANO FESTIVAL 2021
21/08 - Piazza San Nicola / h 21:00
Alexandre Tharaud 
Piano solo  
uno dei più grandi pianisti della scena internazionale inaugura il festival debuttando a Bari in un recital che comprende pagine di Rameau, Schubert e Chopin.

Alexandre Tharaud è forse l’unico pianista al mondo a non avere un pianoforte in casa, preferendo studiare in casa di amici o in negozi di musica durante l’orario di chiusura. In Francia è considerato un intellettuale, partecipa a telegiornali e talk-shows, ha suonato all’Eliseo in memoria delle vittime degli attentati al Bataclan, organizza concerti e festival, collabora con grandi artisti da tutto il mondo.

Programma:
Jean-Philippe Rameau (1683-1764)         dalla “Suite in La” : Allemande, Sarabande, Fanfarinette, Gavotte et doubles

Franz Schubert (1797-1828)                       Quattro improvvisi op.90 D 899
N. 1 in do minore
N. 2 in mi bemolle maggiore
N. 3 in sol bemolle maggiore
N. 4 in la bemolle maggiore
 
Fryderyk Chopin (1810-1849)                      Sonata n. 2 op. 35 in si bemolle minore
Grave. Doppio movimento
Scherzo
Marcia Funebre
Finale

22/08 - Pane & Pomodoro / h 19:00
“Parole senza Musica”
Lo scrittore Mario Desiati dialoga con Emanuele Arciuli sul suo rapporto con la musica.

Scrittore, poeta e giornalista, Mario Desiati, originario di Martina Franca, ha pubblicato tra gli altri: Il paese delle spose infelici (Mondadori, 2008) Premio Mondello e Ternitti (Mondadori 2011), Finalista Premio Strega. Gli ultimi due romanzi Candore (2016), Spatriati (2021) sono editi da Einaudi. Dal 2020 è tra i conduttori e autori de Le Meraviglie su Radio 3.

a seguire h 19:45
Omar Sosa - pianoforte 
“Senses”, Concerto al tramonto
uno dei massimi esponenti del jazz latino in un nuovo progetto tra innovazione e tradizione afro-cubana.

Pianista eccezionale, Omar Sosa è un poliglotta musicale, capace con la sua arte di abbattere qualsiasi frontiera. Di origini cubane, Sosa celebra la diversità delle anime della musica, coltivando sempre un’intima connessione con le sue radici. La sua curiosità e la sua dedizione al gruppo come elemento fondamentale della creazione, uno spirito musicale generoso e un’apertura a sonorità nuove e combinazioni insolite, animano tutto ciò che Omar fa.
Programma:
Senses è il sesto album di Omar Sosa per piano solo, nuova tappa di un viaggio fra sentimenti ed emozioni vissuti in prima persona e talmente forti da far nascere l’esigenza di condividerli con altri. Senses come la capacità di comunicare il proprio sentire, anche attraverso l’utilizzo dell’elettronica e dei samples, ma sempre nel rispetto della tradizione afro-cubana, e del silenzio e degli spazi tanto importanti per la pace dello spirito.

23/08 - Corte del Castello Svevo / h 21:00
Tamara Stefanovich
“Etudes”, da Rachmaninov a Ligeti
la pianista serba, fra le più interessanti della scena attuale, debutta a Bari con un programma di grande spessore virtuosistico.

Tamara Stefanovich affascina il pubblico di tutto il mondo con i suoi programmi ricercati, sia da solista, che come musicista da camera e con le principali orchestre del mondo. Ha un vasto repertorio da Bach al contemporaneo, nonché una discografia pluripremiata. Tamara Stefanovich ha collaborato proficuamente con compositori, tra cui Pierre Boulez, George Benjamin, Hans Abrahamsen e György Kurtág.

Programma:
Rachmaninov: Etude-tableau op.39 F moll
Ligeti: Touches bloquées
Rachmaninov: Etudes-tableau op.39 C dur
Ligeti: Zauberlehrling
Skrjabin: op.42 Nr.2
Skrjabin: op.42 Nr.3
Roslavets: Etude Nr.3
Szymanowski: 12 Etudes op.33
Debussy: Arpeges composées
Vassos Nicolaou: Chimes
Abrahamsen: Arabesque
Abrahamsen: Rivière d´oublie
Ligeti: White on white
Rachmaninov: Etude -tableau op.39 D moll
Ligeti: Fem
Bacewicz: Etude 5 e 4
Messiaen: Ile de feu I
Rachmaninov: Etude-tableau op.39 D dur

24/08 – Terrazza del Fortino di S. Antonio / h 19:30
Paola Pitagora, voce recitante, con Marco Sollini e Salvatore Barbatano, pianoforte a 4 mani “Sheherazade” - musiche di Rimskij Korsakov 
Paola Pitagora e il duo Sollini – Barbatano in un intrigante progetto su “Le mille e una notte”.

Attrice affermata di cinema teatro e televisione, Paola Pitagora è un’artista versatile che ha saputo declinare il suo talento in maniera completa nel mondo dello spettacolo e non solo. Vincitrice del Nastro d’Argento come miglior attrice nel film di Luigi Comencini “Senza sapere niente di lei”, interpreta ruoli di successo per fiction Rai e Mediaset come “Incantesimo” e “Le tre rose di Eva”.

Il Duo Sollini-Barbatano consolida negli anni, dopo attività solistiche e cameristiche di prestigio, l’esperienza di Marco Sollini e Salvatore Barbatano come duo pianistico tra i più apprezzati anche a livello internazionale, definito dalla stampa russa “le venti dita d’oro d’Italia”. Il duo è dedicatario di composizioni scritte da importanti musicisti come Michele Dall’Ongaro, Sergio Calligaris, Antonio Giacometti, Patrizio Marrone.

Programma:
Nikolaj Rimskij-Korsakov (1844 - 1908): Sheherazade, Suite op.35 
(versione per pianoforte a 4 mani dell'Autore)
da Le Mille e una notte - Testi a cura di Donatella Donati
Racconto I
Il Mare e la nave di Sinbad
• Largo e Maestoso. Allegro non troppo
Racconto II
La leggenda del Principe Kalendar
• Lento. Andantino. Allegro molto
Racconto III
Il giovane Principe e la giovane Principessa
• Andantino quasi Allegretto
Racconto IV
Festival a Baghdad. Il Mare. Lo scontro della nave contro una scogliera sormontata da un Cavaliere di Bronzo 
• Allegro molto. Vivo

25/08 – Corte del Castello Svevo / h 21:00
Roberto Prosseda e TeoTronico
“Prosseda vs TeoTronico”  
la sfida tra un pianista “umano” e un robot pianista, progetto ingegneristico italiano che usa l’intelligenza artificiale in un recital che ha girato il mondo.

Roberto Prosseda ha guadagnato una notorietà internazionale in seguito alle incisioni Decca dedicate all’integrale della musica pianistica di Mendelssohn. Particolarmente apprezzato nelle interpretazioni di Mozart, Schumann, Chopin, e attivo nella promozione della musica d'oggi, Prosseda è vincitore di numerosi premi discografici e suona regolarmente con alcune delle più importanti orchestre del mondo. 

TeoTronico riproduce impeccabilmente e istantaneamente qualsiasi partitura. La sua particolare presenza scenica e il suo coerente stile pianistico lo hanno portato alla ribalta in importanti sale europee, e attirato l’interesse di giornali e televisioni di tutto il mondo. Ha recentemente dichiarato di non avere studiato neanche un’ora al giorno. Il suo sogno nel cassetto è di avere presto 88 dita.

Scheda concerto
TeoTronico è un robot dotato di 53 dita, in grado di riprodurre qualsiasi file Midi su un normale pianoforte acustico. Dunque, può suonare il pianoforte sia riproducendo le partiture letteralmente, sia replicando interpretazioni di grandi pianisti, tratte dai rulli di pianola.
Il format consiste in una singolare sfida alla tastiera: i due pianisti si fronteggiano, ciascuno seduto al proprio pianoforte, ed eseguono in alternanza brani di Mozart, Chopin e altri autori classici e romantici, offrendo agli ascoltatori un'occasione di confronto tra la lettura asettica e letterale, operata dal robot, e l'interpretazione umana di Roberto Prosseda. Roberto Prosseda spiega le motivazioni e gli obiettivi di questa insolita sfida:
Perché fare un concerto con un pianista e un robot? L'idea è quella di spiegare il senso vero della musica classica ai bambini, che magari non hanno mai ascoltato un brano classico, o comunque non hanno mai avuto modo di capirne il senso. E paradossalmente la presenza di un robot, che è quanto di più lontano di possa essere dal sapere interpretare con emozione la musica classica, è una presenza che li può attrarre, incuriosire, ma anche aiutare a capire le differenze tra riproduzione (quella che fa il robot) e interpretazione (quella che facciamo noi musicisti umani). Quindi speriamo che con questa occasione i piccoli, futuri spettatori di concerti avranno modo di appassionarsi alla musica e tornare ad ascoltare un concerto, o magari di iniziare a studiare uno strumento musicale. E che possano capire che la musica non è soltanto un diversivo o un passatempo, ma anche qualcosa che può dare un senso più profondo alla nostra esistenza. E sapersi ascoltare è certamente uno dei passaggi più importanti per una crescita, un'evoluzione non solo culturale, ma anche sociale e dell'individuo stesso. In un'epoca in cui le macchine e l'informatica sembrano volersi appropriare di gran parte delle attività svolte dall'uomo, questa insolita sfida alla tastiera punta l'attenzione sull'importanza della creatività e delle emozioni come priorità assoluta del far musica, in opposizione all'algida esattezza delle esecuzioni del robot. Oggi le nostre vite sono sempre più invase dalla tecnologia, ed è importante non perdere la nostra identità e la coscienza delle nostre emozioni.

Programma
Chopin: Notturno op. 9 n. 2
Scarlatti: Sonata K 427 
Mozart: Marcia Turca dalla Sonata K 331
Chopin: Etude op. 25 n. 2
Chopin: Valse op. 64 n. 1 “Minute-Waltz”
Rimski-Korsakov / Rachmaninov: Volo del Calabrone (versione per TeoTronico realizzata da Alessio Manega)
Mozart / Grieg: Sonata K 545 (primo movimento, versione per 2 pianoforti)
Scriabin: Nocturne op. 9 n. 2 per mano sinistra
Milhaud: Brazileira, da Scaramouche, per 2 pianoforti

26/08 – Corte del Castello Svevo / h 19:45
Andrea Rebaudengo e Lorenzo Colombo
Karlheinz Stockhausen: Kontakte - per pianoforte, percussioni ed elettronica.

Andrea Rebaudengo ha studiato pianoforte con Bordoni, Berman, Lonquich, Jasinski e composizione con Lorenzini.
Vincitore in numerosi concorsi internazionali si è esibito nelle più importanti istituzioni concertistiche e Festival italiani, nei principali paesi Europei, negli Stati Uniti e in Canada. 
Insegna Lettura della partitura al Conservatorio di Milano.

Lorenzo Colombo è percussionista e performer, impegnato nella ricerca nel campo della nuova musica. Lorenzo collabora con i gruppi Divertimento Ensemble, Sentieri Selvaggi, MDI Ensemble, Scenatet, Athelas Sinfonietta Copenhagen e si è esibito in numerosi festival tra cui: Manifeste Ircam, Warsaw Autumn Festival, Darmstadt Summer Courses, Biennale Musica Venezia, Klang Festival in Copenhagen, MI.TO, Milano Musica.

Programma:
Karlheinz Stockhausen: Kontakte per pianoforte, percussioni ed elettronica


a seguire h 21:45
Iaia Forte e Orazio Sciortino
“Novellaccia” - concerto da camera per attrice e pianoforte
Testi a cura di Orazio Sciortino e Iaia Forte. Musiche di Orazio Sciortino.

Iaia Forte debutta in teatro nel 1989 con "Add'a passà a nuttata" diretta da Leo de Berardinis, al cinema l’anno seguente con "Libera" di Pappi Corsicato, vincendo in seguito il Nastro d'Argento come migliore attrice protagonista per "L'una e l'altra" di Maurizio Nichetti. All’attività per il grande schermo non ha mai smesso di affiancare il teatro lavorando, tra gli altri, con Martone e Cecchi.

Pianista, compositore e direttore, Orazio Sciortino collabora con importanti istituzioni musicali italiane ed estere tra cui Teatro alla Scala di Milano, Orchestra del Teatro La Fenice, Konzerthaus di Berlino, Salle Molière di Lyon, etc. Ha inciso numerosi dischi e composto per il teatro musicale, opere commissionategli dal Teatro alla Scala e Teatro Coccia di Novara. E’ stato nominato Krug Ambassador. 

Programma:
“Novellaccia”
Una donna sola, negli spazi angusti dei suoi pensieri, racconta della sua libido sessuale insoddisfatta attraverso personaggi inventati, maschere, invenzioni linguistiche, citazioni da Boccaccio, Petronio, Marziale. Si compone così una trama drammaturgica brillante, irriverente al limite del surrealismo, nel quale Il pianista diventa per l'attrice un confessore invisibile.
La musica entra nella narrazione, sostenendola, accompagnandola, talvolta contrastando la parola stessa. Il singolo suono si mette in contrappunto con la sillaba diventando essenziale per la descrizione dell'arco narrativo e per il senso emotivo che rappresenta.
Sezioni musicali estemporanee si alternano a strutture formali rigorosissime nelle quali la voce e il pianoforte giocano un ruolo concertante.

27/08 – Corte del Castello Svevo / h 19:00
Emanuele Torquati - “L’Anima e la Danza”, lezione - concerto / presenta Luca Ciammarughi

"L'Anima e la Danza” è il titolo di un dialogo fittizio in cui il poeta francese Paul Valéry ritrae la Vita come una donna danzante. Valéry, grazie all'alleanza indefinibile di suono e senso, crea la Musica per un corpo in continua trasformazione vitale. La resa dell'essenza di questo Binomio, ora ironica, come in Castiglioni, ora stilizzata come in Benjamin, ora onirica, come in Filidei, viene incorniciata dalle sublimi rivisitazioni raveliane del genere della Pavane e del Valzer sintetizzate dall'epigrafe di Henri de Régnier: “Le plaisir délicieux et toujours nouveau d'une occupation inutile”.
Definito dal New York Times come un “musicista affascinante e introspettivo”, Emanuele Torquati si è imposto a livello internazionale per il suo poetico stile interpretativo ed il repertorio raffinato. Suona regolarmente in Europa e America ed ha all’attivo numerose incisioni discografiche. Appassionato camerista, è uno degli autori del programma di Radio3 “Lezioni di Musica”.
Luca Ciammarughi è concertista, conduttore radiofonico e scrittore. La sua trasmissione “Il pianista” è divenuta un riferimento nel panorama divulgativo italiano. Scrive per i mensili MUSICA, Classic Voice, Suonare News e libri per diverse case editrici. Dal 2020 è direttore artistico del Festival “Pianosofia” presso la nuova Casa degli Artisti di Milano. Dal 2021 direttore artistico di PianoLab a Martina Franca.

Programma:
Maurice Ravel (1875-1937): Pavane pour une infante défunte (1899) 
Niccolò Castiglioni (1932-1996): In Principio era la Danza (1989) 
Francesco Filidei (1973): Berceuse (2018) 
Maurice Ravel (1875-1937): Valses nobles et sentimentales (1911) 
  -Modéré – très franc 
  -Assez lent – avec une expression intense 
  -Modéré 
  -Assez animé 
  -Presque lent – dans un sentiment intime 
  -Vif 
  -Moins vif 
  -Epilogue. Lent 
George Benjamin (1960): Piano Figures (2014) - Ten Short Pieces for piano 
  -Spell 
  -Knots 
  -In the Mirror 
  -Interruptions 
  -Song 
  -Hammers 
  -Alone 
  -Mosaic 
  -Around the Corner

a seguire h 21:00
Carlo Guaitoli - “Omaggio a Franco Battiato”, lezione- concerto / presenta Luca Ciammarughi

«Carlo Guaitoli, pianista classico di grande levatura, ma anche fido tastierista di Battiato con cui ha condiviso tournée e incisioni discografiche, dialoga con Luca Ciammarughi in un viaggio nella musica e nella personalità del Maestro siciliano, mettendone in evidenza - oltre alle pagine più conosciute - anche aspetti meno noti, come l’adesione alle avanguardie sperimentali negli anni Settanta e l’interesse per Gurdjieff e per le sue composizioni trascritte da De Hartmann.»

Carlo Guaitoli è un musicista eclettico, animato da un’innata passione per l’improvvisazione e i linguaggi contemporanei; si esibisce nei più importanti centri internazionali della musica e con orchestre di prestigio. Al 1993 risale il lungo sodalizio con Franco Battiato con cui ha lavorato in tutte le più importanti produzioni in veste di pianista e direttore d’orchestra.

Luca Ciammarughi è concertista, conduttore radiofonico e scrittore. La sua trasmissione “Il pianista” è divenuta un riferimento nel panorama divulgativo italiano. Scrive per i mensili MUSICA, Classic Voice, Suonare News e libri per diverse case editrici. Dal 2020 è direttore artistico del Festival “Pianosofia” presso la nuova Casa degli Artisti di Milano. Dal 2021 direttore artistico di PianoLab a Martina Franca.

Programma:
F. Battiato
Luna indiana
Memoria di Giulia
La stagione dell’amore

C. Guaitoli
Preludio
G. Gurdjieff / T. De Hartmann
Assyrian Women Mourners
F. Battiato
Io chi sono

F. Battiato
L’Egitto prima delle sabbie (brano vincitore del Premio Stockhausen 1978)
I Treni di Tozeur
L’era del cinghiale bianco


28/08 – Terrazza del Fortino di S. Antonio / h 19:00 
Lucja Maistorovic, Roberta Pandolfi, Sabrina Rotondi, Emanuele Stracchi (allievi dell’Accademia di Musica di Pinerolo)
“Il pianoforte di Luciano Berio”

Lucija Majstorović, nata a Zagabria, è considerata in patria un autentico talento musicale. Il 
virtuosismo strumentale, combinato alla cultura musicale anche del repertorio contemporaneo, la 
pongono precocemente all’attenzione delle principali istituzioni musicali croate. Considerata una valente interprete, a lei si rivolgono numerosi compositori, alcuni dei quali le hanno dedicato le proprie opere.

Roberta Pandolfi svolge un'intensa attività concertistica che l'ha portata ad esibirsi in numerosi teatri e sale italiane ed esteri. Sue esecuzioni sono state trasmesse da Radio 3 (Piazza Verdi), Rai 1 e Sky Arte. Ha inciso musiche di Danilo Comitini per le case discografiche Stradivarius e Da Vinci.

Sabrina Rotondi si diploma con il massimo dei voti in Pianoforte presso il Conservatorio “Niccolò Piccinni”. Ha vinto numerosi primi premi in concorsi nazionali e internazionali. Attiva come compositrice, i suoi lavori sono stati eseguiti più volte in importanti ambiti musicali. Frequenta attualmente il corso di perfezionamento in musica contemporanea presso l’Accademia di Musica di Pinerolo con Emanuele Arciuli.

Nato nel 1990, Emanuele Stracchi è un musicista poliedrico e dalla solida formazione musicale; spazia dalla musica antica ai nuovi linguaggi contemporanei, vantando un’intensa carriera concertistica per importanti istituzioni e vincendo inoltre numerosi concorsi musicali internazionali. È docente ed autore di pubblicazioni musicologiche. A fine 2021 suonerà nella prestigiosa Carnegie Hall di New York.

Programma:
Opere per pianoforte di Luciano Berio

a seguire h 21:15
Layla Ramezan, pianista, e Keyvan Chemirani, percussionista (zarb e daf)
“Meeraj”
un'ascesa notturna, una ricerca mistica, un sogno ad occhi aperti; Meeraj è un invito a un viaggio con musiche orientali e ispirate all’Oriente

La sensibilità e il senso del fraseggio di Layla Ramezan, combinati con potenza e virtuosismo, conferiscono a questo spettacolo la sua nobiltà e singolarità, mentre le dita fervide di Keyvan Chemirani, immergono l'ascoltatore nel caldo vento del deserto ed evocano le alture dorate dei Monti Zagros.
La pianista iraniana Layla Ramezan cerca da sempre connessioni e relazioni tra la sua eredità persiana e la musica contemporanea, entrambe parte della sua vita quotidiana. La sua sensibilità per il ritmo e le eleganti interpretazioni rendono il suo suono unico. Layla si esibisce abitualmente come concertista in Francia e Svizzera ma calca regolarmente i palchi di tutto il mondo.

Nato a Parigi nel 1968, Keyvan Chemirani ha iniziato a studiare lo zarb iraniano all’età di tredici anni con suo padre, imparando la tradizionale tecnica di percussione legata a questo particolare strumento. La sua versatilità lo ha portato a collaborare con rappresentanti delle tradizioni musicali persiane, ottomane, greche, turche e spagnole-sefardite sia come solista che in ensemble.

Programma:
Blaise Ubaldini (b.1979): La Livri (Piano ed elettronica) 
•• Improvisation on Mahoor (Piano e Zarb) •• 
Mehran Rohani (b.1946): Elegiac Dance (Piano e  Daf) 
Alireza Mashayekhi (b.1940): On the Outsirts of the Desert/extract of Sheherazade (Piano solo) 
•• Improvisation on Chargah (Piano) •• 
Emanuel Melik-Aslanian (1915-2003): Butterfly (Piano e Zarb) 
•• Improvisation (zarb) 
Claude Debussy (1862-1918): La fille aux cheveux de lin (Piano solo) 
•• Improvisation on Dashti (Piano) •• 
Alireza Mashayekhi (b.1940): Escape/extract of Sheherazade (Piano e Daf) 
•• Improvisation on Ispahan (Piano) •• 
Keyvan Chemirani (b.1968): Ispahan (Piano e Zarb)

29/08 - Pane & Pomodoro (area prato) / h 19:00   
Dan Tepfer - pianoforte
“Goldberg Variations / Variations” - concerto al tramonto
un progetto di grande fascino, una reinterpretazione in chiave jazz del capolavoro di Bach affidato a un pianista di grande fantasia e raffinatezza

“Dotato di un incredibile talento” (LA Times), il pianista e compositore Dan Tepfer è stato capace di trasportare la sua identità multiculturale al servizio di una ricerca musicale che non conosce limitazioni stilistiche. Il suo album Goldberg Variations/Variations, nel quale intreccia l’esecuzione integrale delle Goldberg di Bach alle sue improvvisazioni, è stato accolto come una “fresca esplorazione musicale, ispiratrice e rivelatrice” (New York Times). 

Programma:
“Goldberg Variations / Variations” 
 

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per