Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Decanter

Segui

Sorbetto al cacao e Barolo Chinato. Massimiliano Scotti

Sorbetto al cacao e Barolo Chinato. Massimiliano Scotti

Ingredienti:

  • 350 g di cioccolato fondente 80 %
  • 150 g polvere di cacao
  • 300 g zucchero
  • 100 g miele castagno
  • 800 g di acqua
  • 250 g Barolo chinato
  • 1 ramo di rosmarino

 

Portiamo ebollizione l’acqua e inseriamo lo zucchero e il miele ed il rosmarino

In Una ciotola mettiamo il cioccolato e la polvere di cacao Andremo a versare sopra l’acqua bollente con gli zuccheri togliendo il rosmarino

Frulliamo il composto lo facciamo raffreddare in frigorifero per un paio d’ore e poi aggiungiamo il barolo chinato lo agitiamo con una frusta lo mettiamo in una pirofila bassa e lo mettiamo in freezer per 4/ 5 ore

 

In abbinamento: Barolo Chinato Docg  (servito a temperatura da frigo)

Nella seconda metà dell’ottocento facevano molta tendenza i cosiddetti vini dei farmacisti, definiti in alcuni manuali di enologia anche vini medicinali. Spesso se ne decantavano finalità salutistiche o miracolose: tonici, corroboranti, cordiali, virili, eccitanti dell’appetito, digestivi. Un toccasana per ogni male insomma per questi originali “elisir di lunga vita”.

Va ai farmacisti Giuseppe Cappellano di Serralunga e Mario Zabaldano di Monforte d’Alba il merito storico della ideazione e preparazione del Barolo chinato. Siamo intorno al 1890, di fatto il “prelibato Barolo – chinato” Zabaldano merita una medaglia d’oro all’Esposizione franco-italiana di Nizza del 1899.

Il disciplinare di produzione per il Barolo DOCG (DPR 1-7 1980 art.10) precisa: “ la denominazione “Barolo chinato” è consentita per i vini aromatizzati preparati utilizzando come base solo vino “Barolo docg”

Al vino base ora occorre aggiungere zucchero, alcol e l’infuso di erbe e spezie. Il grado finale può variare da 16,5 a 17,5 gradi. L’infuso di erbe è l’elemento prioritario che riveste moltissima importanza, si tratta di una preparazione alcolica ottenuta con circa 30 differenti specie di erbe e spezie

Ogni azienda ha la sua ricetta segreta. Si lasciano in eredità ai figli in busta chiusa che viene aperta solo dopo la morte del padre.

Le erbe più usate per il Barolo chinato sono: china Calisaya, coriandolo, cardamono, chiodi di garofano, caffè, cannella, arancia dolce e amara, vaniglia, anice stellato, macis fino, rabarbaro.

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per