Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Decanter

Segui

Lasagna con besciamella alle mandorle e ragù di lenticchie. Di Simone Salvini

Lasagna con besciamella alle mandorle e ragù di lenticchie. Di Simone Salvini

Lasagna con besciamella alle mandorle e ragù di lenticchie. Di Simone Salvini

Per la pasta

  • 500 g farina tipo 2
  • 240 g acqua
  • 7 g sale

 

Per la besciamella di mandorle

  • 200 g mandorle
  • 100 g maizena
  • 2 lt acqua
  • 16 g sale
  • 2 g noce moscata

 

Per il ragù di lenticchie (dose abbondante)

  • 300 g olio evo
  • 1 kg trito all'italiana (400 carote, 400 sedano, 200 porro)
  • 1 kg lenticchie cotte
  • 2,5 kg pelati di pomodoro
  • 500 g acqua
  • 40 g sale
  • 10 g trito di rosmarino e salvia
  • Alloro

 

  1. In una bacinella mettere la farina e il sale. Aggiungere l'acqua e lavorare  con le mani fino a ottenere un impasto morbido e elastico. Fare una palla e coprire con un panno di cotone o di lino. Far riposare almeno 1 ora. Tirare la pasta con l'apposita macchina fino a ottenere delle sfoglie sottili e regolari. Tagliare in rettangoli in base alla forma della teglia. Far riposare le sfoglie di pasta a temperatura ambiente coperte con dei torcioni.
  2. Frullare per 1 min alla massima velocità le mandorle pelate con metà dell'acqua prevista dalla ricetta. Passare attraverso un colino e aggiungere l'altra metà di acqua fino a ricavare 2 lt di bevanda di mandorle. Disciogliere la maizena con metà della bevanda; mettere sul fuoco il restante liquido. Quando bolle unire piano piano la maizena disciolta e girare per pochi secondi. Togliere dal fuoco e unire la noce moscata; tenere da parte.
  3. Mettere sul fuoco una casseruola dal fondo spesso. Aggiungere l'olio, il trito di verdure, le  di erbe, l'alloro e far rosolare dolcemente fino a rendere i vegetali quasi lucidi. Unire le lenticchie, il pomodoro, l'acqua e il sale. Cuocere a fuoco moderato per circa 1 ora; correggere con acqua se necessario. Girare di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Far riposare almeno 1 ora.
  4. Oliare le teglie di metallo o rivestirle con la carta da forno; creare degli strati di pasta alternati (3 o 4 strati) con un mix di ragù e besciamella (noi consigliamo metà e metà).  La parte semiliquida dovrebbe essere generosa poiché contribuirà a rendere le lasagne avvolgenti e golose al palato. Cuocere in forno a 180° per 30/40 min. Lasciar raffreddare prima di tagliare le lasagne con una apposita spatola.

 

La pasta: possiamo creare delle sfoglie con farine diverse come farro, segale, grano duro o integrale. A volte aromatizziamo l'impasto con della scorza di arance grattugiata La besciamella: consigliamo di aromatizzare la bevanda anche con delle spezie quali il pepe bianco o delle scorze di limone tritate assieme alla bevanda. Il ragù: potete aggiungere, fin dall’inizio, chiodi di garofano, cannella e pepe in grani

 

Il ragù: spesso all'inizio uniamo chiodi di garofano, cannella, cassia o grani di pepe nero ecc...

 

 

In abbinamento: Pinot Nero TOSCANA IGT Gattaia

Questo vino nasce sull’Appennino Toscano, a Vicchio del Mugello (FI). Siamo nella parte nord della Toscana, area che dopo la fillossera non è più stata destinata alla coltivazione specializzata della vite per più di un secolo ma solo alla mezzadria, rimanendo fuori dai giochi delle denominazioni.

Il vigneto di Pinot Nero che dà vita al Gattaia è circondato da boschi di castagni e querce e sommerso dalla luce. Siamo a 600 m s.l.m. in un'area che domina dall'alto tutta la vallata del Mugello dove le nebbie e l’umidità non arrivano.

Il mosto fermenta spontaneamente e il vino affina 14 mesi in botte grande, poi 6 mesi Cemento e altri 2 anni bottiglia

Il bosco é uno scrigno di biodiversità, una riserva di vita. Se fino a qualche anno fa si pensava nemico dell'agricoltura, perché occupava spazio e portava animali che potevano mangiare il raccolto, oggi é diventato un elemento prezioso. È infatti un tesoro di biodiversità, porta la vita, animale e vegetale. Crea un equilibrio ambientale che protegge il vigneto da i parassiti e ne aumenta i profumi.

Color rosso rubino limpido e luminoso, profuma di piccoli frutti rossi, scorze di arancia, erbe aromatiche, rose elegantissime e bergamotto che si sente solo nei più grandi Pinot Nero.

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per