Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Tre soldi

Segui

Dal 23 novembre alle 19.50 | Un audiodocumentario di Marcello Anselmo a quarant'anni di distanza dal sisma.

La terra ballerina. Il terremoto del 23 novembre 1980 in Irpinia e a Napoli

La terra ballerina. Il terremoto del 23 novembre 1980 in Irpinia e a Napoli

La terra ballerina
Il terremoto del 23 novembre 1980 in Irpinia e a Napoli
di Marcello Anselmo
dal 23 novembre 2020 alle 19.50

L’audiodocumentario ripercorre, a quarant’anni di distanza, il sisma che, il 23 novembre 1980, colpì violentemente l’Irpinia e Napoli facendo quasi 3000 vittime. Le voci dei testimoni si incrociano con materiali sonori e d’archivio in un racconto per non perdere la memoria.

 

Gli episodi

1 - L’infuriar dell’elemento
Sono passati esattamente 40 anni dal sisma che aggredì una delle parti dell’Osso d’Italia più remote e abbandonate. Un terremoto che fece più di 5000 morti e migliaia di sfollati le cui conseguenze hanno segnato la storia recente dell’intero paese.
Iniziamo il nostro viaggio nella memoria del sisma ripercorrendo i primi istanti del attraverso le voci di testimoni sorpresi dall’infuriar dell’elemento nella loro quotidianità e strazianti documenti orali e sonori di un archivio rimasto troppo tempo inesplorato.

2 - Le case delle bambole
Che succede immediatamente dopo la catastrofe naturale? Si mobilita la società, in modo inaspettato, confuso, rabbioso. La solidarietà popolare e spontanea dà vita ad una miriade di micro pratiche che piombano, in modo disordinato e forsennato, nel cratere disastrato.

3 - Il grattacielo di sabbia
Nello stesso istante in cui, nell’Osso d’Italia, interi paesi si polverizzavano seppellendo centinaia di persone, a Napoli, in via Stadera un edificio di nuova costruzione di nove piani si accartocciava su sé stesso. Un grattacielo di sabbia e cemento armato simbolo di una modernità malsana collassava a causa dell’imperizia antropica.

4 - Polvere, tubi innocenti e occupazioni: il terremoto quotidiano
La città si ritrova inagibile. Il terremoto esaspera la già disastrosa questione abitativa. La pressione popolare si trasforma in pratiche di mutuo appoggio che puntellano lo spazio urbano pericolante di occupazioni e solidarietà spontanea. La situazione sociale è esplosiva al punto che, pochi mesi più tardi le BR di Giovanni Senzani rapiranno l’assessore all’urbanistica della Regione Campania dando vita ad uno degli episodi più controversi della storia della lotta armata in Italia.

5 - Dietro le sbarre
La scossa sorprende i detenuti del carcere di Poggioreale a Napoli. Scoppia il caos, saltano le sbarre. I prigionieri si riversano verso le uscite ma vengono respinti a colpi di mitra. Il racconto dall’interno della prigione di tre giorni di terremoto umano seguito alla catastrofe naturale.

Ascolta Tre soldi >>

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per