Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Gli speciali di Radio3

Segui

in onda tutti i giorni dal 1° al 21 marzo

Alfabetiere poesia

Alfabetiere poesia

ALFABETIERE POESIA
Un viaggio nella poesia condotto in 21 tappe, tante quante sono le lettere dell’alfabeto
di Maria Grazia Calandrone
in onda tutti i giorni dal 1° al 21 marzo - Giornata mondiale della poesia - a Radio3 Suite dopo il Cartellone musicale.

Per ogni lettera dell’alfabeto abbiamo scelto una parola semplice, di uso comune, quotidiana e concreta, come “cipolla”, “martello”, “stivali”, perché vogliamo sapere se sia vero che, come pensiamo, la poesia si affacci e lampeggi da tutto e da ovunque; vogliamo verificare se, come pensiamo, i poeti siano capaci di intercettare e svelarci l’invisibile di qualsiasi parola e di qualsiasi oggetto.

La nostra è dunque un’interrogazione sul rapporto tra poesia e realtà: vogliamo scoprire se è vero che non esistano oggetti più poetici di altri e che, anzi, una poesia che contenga solo ali che fremono per lo slancio del volo, fuochi che divorano come bocche di anime selvagge, abissi e cuori che buttano sangue, non convinca del tutto i poeti.

La poesia, come l’anima, ha bisogno di un contrappeso mortale.
Giorgio Caproni scriveva: “Una poesia dove non si nota nemmeno un bicchiere o una stringa, m’ha sempre messo in sospetto. Non l’ho mai usata, nemmeno come lettore. Non perché il bicchiere o la stringa siano importanti in sé, più del cocchio o di altri dorati oggetti: ma appunto perché sono oggetti quotidiani e nostri”. Dunque desideriamo che la poesia ci parli e ci somigli, ci stia vicina, allunghi verso di noi la sua mano fatta di parole e ci accompagni in un mondo che percepiamo e non sappiamo dire: un mondo fatto di corrispondenze e legami, di cose che rispondono alle cose, piccole e grandi, dove tutto è connesso con tutto, come in effetti è. E i poeti scrivono per dimostrarlo, per indicarci una realtà più intera della sola realtà visibile. Proviamo allora a fidarci di loro e ad ascoltare come sia poetico l'impoetico, se i poeti lo guardano.

Ascolta le poesie dalla A alla G >>

Leggi tutti i testi >>

Ascolta le poesie dalla H alla P >>
Leggi tutti i testi >>

Ascolta le poesie dalla Q alla Z >> 
Leggi tutti i testi >>

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per