Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Gli speciali di Radio3

Segui

in onda tutti i giorni dal 1° al 21 marzo

Alfabetiere poesia

ALFABETIERE POESIA
Un viaggio nella poesia condotto in 21 tappe, tante quante sono le lettere dell’alfabeto
di Maria Grazia Calandrone
in onda tutti i giorni dal 1° al 21 marzo - Giornata mondiale della poesia - a Radio3 Suite dopo il Cartellone musicale.

Per ogni lettera dell’alfabeto abbiamo scelto una parola semplice, di uso comune, quotidiana e concreta, come “cipolla”, “martello”, “stivali”, perché vogliamo sapere se sia vero che, come pensiamo, la poesia si affacci e lampeggi da tutto e da ovunque; vogliamo verificare se, come pensiamo, i poeti siano capaci di intercettare e svelarci l’invisibile di qualsiasi parola e di qualsiasi oggetto.

La nostra è dunque un’interrogazione sul rapporto tra poesia e realtà: vogliamo scoprire se è vero che non esistano oggetti più poetici di altri e che, anzi, una poesia che contenga solo ali che fremono per lo slancio del volo, fuochi che divorano come bocche di anime selvagge, abissi e cuori che buttano sangue, non convinca del tutto i poeti.

La poesia, come l’anima, ha bisogno di un contrappeso mortale.
Giorgio Caproni scriveva: “Una poesia dove non si nota nemmeno un bicchiere o una stringa, m’ha sempre messo in sospetto. Non l’ho mai usata, nemmeno come lettore. Non perché il bicchiere o la stringa siano importanti in sé, più del cocchio o di altri dorati oggetti: ma appunto perché sono oggetti quotidiani e nostri”. Dunque desideriamo che la poesia ci parli e ci somigli, ci stia vicina, allunghi verso di noi la sua mano fatta di parole e ci accompagni in un mondo che percepiamo e non sappiamo dire: un mondo fatto di corrispondenze e legami, di cose che rispondono alle cose, piccole e grandi, dove tutto è connesso con tutto, come in effetti è. E i poeti scrivono per dimostrarlo, per indicarci una realtà più intera della sola realtà visibile. Proviamo allora a fidarci di loro e ad ascoltare come sia poetico l'impoetico, se i poeti lo guardano.

Ascolta le poesie dalla A alla G >>

Leggi tutti i testi >>

Ascolta le poesie dalla H alla P >>
Leggi tutti i testi >>

Ascolta le poesie dalla Q alla Z >> 
Leggi tutti i testi >>

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per