Wikiradio

Friedrich Nietzsche

Friedrich Nietzsche raccontato da Maurizio Ferraris
Friedrich Nietzsche raccontato da Maurizio Ferraris

Il 3 gennaio 1889, con la prima crisi di follia avvenuta in pubblico, ha inizio per  Friedrich Nietzsche  il periodo del crollo 
mentale 

Repertorio

-  un frammento dalla docufiction  Nietzsche a Torino di Lemmen Christine  - Archivi Rai
- Un frammento da Così parlò Zarathustra letto da Carmelo Bene - you tube
- due frammenti dal programma televisivo A grande richiesta: Nietzsche, del 21/4/1981. Nietzsche è interpretato da Glauco Mauri - Archivi Rai
- Nell'orizzonte dell'infinito, aforisma di Nietzsche letto da Luciano Alto, tratto da Uomini e Profeti del 7/02/1982 , Radio3 - Archivi Rai

 

 


Maurizio Ferraris. Filosofo italiano. Allievo di G. Vattimo, influenzato da J. Derrida, ha esordito come teorico dell’ermeneutica prima di volgere il suo interesse verso il filone analitico. Negli anni ha saputo creare un’efficace sintesi tra i due approcci, dando corpo a un’ontologia critica che rigetta lo schematismo kantiano in sede conoscitiva.
È stato direttore di programma al Collège International de Philosophie (Parigi), visiting professor in numerose università (tra cui Colorado Springs, Monterrey, Ginevra, Montpellier, Lipsia) e, a più riprese, borsista della Alexander von Humboldt-Stiftung (Bonn). Dal 1995 è prof. ordinario di filosofia teoretica nella facoltà di lettere e filosofia dell’univ. di Torino, dove dirige il Centro interuniversitario di ontologia teorica e applicata (CTAO). Collabora al supplemento culturale de Il Sole 24 Ore e a la Repubblica; dirige la Rivista di estetica.

OPERE
Storia dell’ermeneutica (1988); Estetica razionale (1997); Experimentelle Ästhetik (2001); L’altra estetica (in collab. con P. Kobau, 2001); Una ikea di università (2001); Il mondo esterno (2001); A taste for the secret (in collab. con J. Derrida 2001); Ontologia (2003); Introduzione a Derrida (2003); Goodbye Kant! Cosa resta oggi della Critica della ragion pura (2004). Variegata anche la sua produzione più recente, in cui hanno trovato spazio, oltre al saggio Jackie Derrida. Ritratto a memoria (2006), articolate analisi di alcuni tratti della modernità che condividono il tema della costruzione sociale del mondo materiale, quali Dove sei? Ontologia del telefonino (2005); Sans papier. Ontologia dell'attualità (2007); Il tunnel delle multe. Ontologia degli oggetti quotidiani (2008); Piangere e ridere davvero. Feuilleton (2009); Documentalità. Perché è necessario lasciar tracce (2009); Ricostruire la decostruzione. Cinque saggi a partire da Jacques Derrida (2010); Filosofia per dame (2011); Anima e iPad (2011); Manifesto del nuovo realismo (2012). Nel 2012 ha curato con M. De Caro il volume collettaneo Bentornata realtà. Il nuovo realismo in discussione, e successivamente ha pubblicato i saggi Realismo positivo (2013), Spettri di Nietzsche (2014), Mobilitazione totale (2015), entrambi nel 2016, Emergenza e L'imbecillità è una cosa seria e Postverità e altri enigmi (2017).
 

Puntate

19/01/2018

Le Carte di Salamanca

Wikiradio Le "Carte di Salamanca" raccontate da Alfonso Botti

18/01/2018

Gilles Deleuze

Gilles Deleuze raccontato da Maurizio Ferraris

17/01/2018

Alfredo Zitarrosa

Alfredo Zitarrosa raccontato da Gennaro Carotenuto

16/01/2018

Mario Tobino

Mario Tobino raccontato da Paolo Di Paolo

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Canali Overview

Nessun risultato per