Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Classicaradio

Il potere del racconto

Ascolta l'audio
- N. Rimskij-Korsakov, "Sheherazade"

Non è un personaggio storico e a concepirla è, prima dell’anno mille, la fantasia di uno o più anonimi scrittori arabi: Sheherazade, personaggio che col suo ingegno e col fascino dei suoi racconti avrà salva la vita, per noi è un bell’esempio di donna intelligente e coraggiosa.

Un re insensato e assassino le fa da contraltare nell’intelaiatura di uno dei canovacci narrativi più intriganti mai esistiti, “Alf lailah wa lailah”, le Mille e una notte, tanto il tempo che Sheherazade impiegherà a conquistare mente e cuore del re attraverso il semplice incantatorio strumento del suo paziente raccontare.

La donna racconta ogni notte creando un reticolo di storie collegate le une alle altre, infilate tra loro come imbuti, anelli, vasi comunicanti: ora uno stesso personaggio si sposta da una vicenda all’altra, ora il racconto nuovo è frutto di quanto narrato in uno precedente, in una trama complessa e intrigante nella quale gli studiosi han visto riflettersi i nomi illustri di Shakespeare Boccaccio e Pirandello.

Molti i bambini (anche europei, grazie a traduzioni e versioni varie in circolazione fin dal Settecento) che, ignari della complessità della struttura globale, si sono appassionati semplicemente alle avventure di Ali Baba, Sindbad o Aladino, affascinati da ragazzotti scaltri come Abu Kir e Abu Sir o da meravigliose principesse e fate come Budur e Pari-Banu.

E Sheherazade diventa protagonista di alcune trasposizioni musicali quando, a cavallo tra l’Ottocento e il secolo seguente, l’elemento esotico comincia a colorirsi di più densi riferimenti alle culture e tradizioni lontane; da qui l’omonimo ciclo delle canzoni di Ravel e il poema sinfonico di Nikolaj Rimskij-Korsakov

Alcune parti dell’opera 35 – scritta dall’autore russo nel 1888 - diventeranno un balletto: sulla scena non la musica integrale ma una parte della composizione, enorme il successo ottenuto nel 1910 all’Opéra di Parigi all’interno della stagione dei Balletti Russi di Diaghilev.

L’autore stesso illustra la genesi della Suite:”Il programma che mi ha guidato nella composizione di Sheherazade consiste in episodi separati e senza alcun legame tra di loro .... Il legame è costituito da brevi introduzioni alla prima, alla seconda e alla quarta parte e da un intermezzo nella terza scritti per violino solo, che rappresentano la stessa Sheherazade mentre narra al terribile sultano i suoi racconti meravigliosi”.

Rimskij-Korsakov, che nel comporre amava spesso collegarsi a suggestioni narrative o visive, traduce la figura della donna in un tema sinuoso e tra i più affascinanti mai scritti, con cui altre melodie (che identificano il re, la tempesta, il Principe Kalender) entrano in dialogo continuo. Un dialogo che è anche un sottile gioco di forze nel quale, come nella storia, è lei a vincere.

 


 

Nikolaj Rimskij-Korsakov

Sheherazade, Suite sinfonica op. 35

Ispirata alla raccolta di novelle “Le mille e una notte"

 - Il mare e la nave di Sinbad (Largo e maestoso. Lento. Allegro non troppo)

 - Il racconto del principe Kalender (Lento. Andantino)

 - Il giovane principe e la giovane principessa (Andantino quasi allegretto. Pochissimo più mosso)

 - Festa a Bagdad. Il mare. La nave s’infrange contro una roccia (Allegro molto. Allegro molto e frenetico. Vivo. Allegro non troppo e maestoso)

Orchestra Sinfonica di Torino della Rai

direttore, Artur Rodzinsky

Registrato a Roma il 27 gennaio 1956

Ultime Puntate

Ascolta Valore documentario

Valore documentario

19/04/2018

J. J. Rousseau, Suite da: Le Devin du village 

  • Ascolta
  • Opzioni
Ascolta Valzerini e niente più

Valzerini e niente più

19/04/2018

F. Poulenc, Suite da L' invitation au Chateau

  • Ascolta
  • Opzioni
Ascolta Riflessioni di un cantastorie

Riflessioni di un cantastorie

11/04/2018

A. Dvoràk, Trio per pianoforte n. 4 in mi minore op. 90 "Dumky"

  • Ascolta
  • Opzioni
Ascolta Luoghi della mente

Luoghi della mente

11/04/2018

E. Porrino: Nuraghi, tre danze primitive sarde per orchestra

  • Ascolta
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Canali Overview

Nessun risultato per