Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Fuorigioco

SOTTO L'ALBERO...

Ascolta l'audio
Cosa c'è SOTTO L'ALBERO? Il ripescaggio dell'Italia ai Mondiali? Finalmente la verità... per i risparmiatori ingannati dalle banche? Sicuramente il Concerto di Santo Stefano nella basilica dell'Aracoeli... proprio a due passi da quello che ormai per i romani è "Spelacchio"

SOTTO L’ALBERO…

 

 

RUSSIA 2018, LA SPAGNA A RISCHIO PARTECIPAZIONE.  IL PRESIDENTE FEDERALE ANGEL MARIA VILLAR: “SE LA SPAGNA RESTERA’ FUORI DAL MONDIALE, LA RESPONSABILITA’ SARA’ DEL GOVERNO SPAGNOLO”. E ORA L’ITALIA SPERA NEL RIPESCAGGIO…
Filippo Maria Ricci corrispondente da Madrid de La Gazzetta dello Sport e fondatore della costola spagnola dei “Filosofi Football”

 

COMMISSIONE D’INCHIESTA SULLE BANCHE: COSA HA DETTO IL GOVERNATORE VISCO…

Claudio Cerasa direttore de Il Foglio 

 

BANCHE: COSA PENSANO I RISPARMIATORI TRUFFATI…

Luigi Ugone presidente di NOI CHE CREDEVAMO NELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA

 

CONCERTO DI SANTO STEFANO: MARTEDÌ 26 DICEMBRE ORE 11.00. BASILICA DI SANTA MARIA IN ARA COELI

Luigi Cinque musicista e regista

 

“ADDIO SPELACCHIO...”  IL COMUNE DI ROMA AMMETTE: “L'ALBERO DI NATALE DI PIAZZA VENEZIA È SECCO, MA NON SARA’ SOSTITUITO”

Stefano Cattoi direttore dell’ufficio tecnico forestale della Magnifica Comunità della Valle di Fiemme

Ultime Puntate

Ascolta LIBERTA'

LIBERTA'

25/04/2018

"...Mi rivedo così tra il luglio e l'agosto 1944 alla vigilia dell'insurrezione, in Firenze, dove il mio destino mi aveva portato... Lo stato di emergenza dichiarato dai tedeschi, disumano ed implacabile, durava ormai da più di una settimana. Le rappresaglie naziste si succedevano alle rappresaglie, le fucilazioni alle fucilazioni, la vita diventava ogni giorno più dura e più difficile; le speranze si spegnevano nei nostri cuori; molti di noi si sentivano già nell'ombra della morte. Quel martirio sembrava non avere più fine, quando improvvisamente all'alba dell'undici agosto, la "Martinella" - il vecchio campanone di Palazzo Vecchio - suonò a distesa; risposero festose tutte le campane di Firenze. Era il segnale della riscossa. Scendemmo, allora, tutti i piazza; i fratelli nostri d'oltre Arno passarono sulla destra, i partigiani scesero dalle colline, la libertà finalmente splendeva nel cielo di Firenze. Ci mettemmo subito al lavoro; tutti i compagni si prodigavano in modo commovente. Il nostro fu il primo Partito a pubblicare un manifesto rivolto alla cittadinanza e pensammo di fare uscire immediatamente l'Avanti! sotto la direzione del compagno Albertoni... Nel pomeriggio dell'undici agosto noi tutti uscimmo dalla sede del Partito di via San Gallo con pacchi di Avanti! ancora freschi di inchiostro e ci trasformammo in strilloni. L'Avanti! andò a ruba. Ricordo un vecchio operaio. Mi venne incontro con le braccia tese chiedendomi con voce tremante un Avanti!. Il suo volto, splendente di una luce che si irradiava dal suo animo, sembrava improvvisamente ringiovanire. Preso l'Avanti! se lo portò alla bocca, baciò la testata piangendo come un fanciullo. Sembrava un figlio che dopo anni di forzata lontananza ritrova la madre". Sandro Pertini politico, giornalista e partigiano italiano (San Giovanni di Stella, 25 settembre 1896 – Roma, 24 febbraio 1990)

  • Ascolta
  • Opzioni
Ascolta PORTE E PORTONI...

PORTE E PORTONI...

24/04/2018

PORTE E PORTONI... in Champions, in politica, "In esilio"... con Francesco Repice collegato da Liverpool, con Marcella Rossi collegata dalla Camera dei deputati, con Monica Guerzoni de Il Corriere della Sera, con il compositore Lele Marchitelli, con lo scrittore Simone Lenzi e con Simona Molinari cantante jazz e compositrice (ospite in studio)

  • Ascolta
  • Opzioni
Ascolta RACCONTARE...

RACCONTARE...

23/04/2018

"... Per incontrare i carnefici, ci si sporca le mani. Ma l'unico modo che ha uno scrittore per raccontare una storia, a meno di non volersela inventare, è quello di ascoltarla a sua volta dalla viva voce dei suoi protagonisti non per giustificare, non per umanizzare. Ma unicamente per raccontare, e attraverso una storia, cercare una risposta, ammesso che ve ne sia una, a quell'antica domanda sulla banalità del male che da sempre riecheggia nelle nostre teste dopo ogni guerra". Gabriele Del Grande

  • Ascolta
  • Opzioni
Ascolta STATO-MAFIA

STATO-MAFIA

20/04/2018

"Che la trattativa ci fosse stata non occorreva che lo dicesse questa sentenza. Ciò che emerge oggi e che viene sancito è che pezzi dello Stato si sono fatti tramite delle richieste della mafia. Mentre saltavano in aria giudici, secondo la sentenza qualcuno nello Stato aiutava Cosa nostra a cercare di ottenere i risultati che Riina e gli altri boss chiedevano. È una sentenza storica". Il Pm Nino Di Matteo, titolare dell'inchiesta, subito dopo la lettura del dispositivo (nella foto)

  • Ascolta
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Canali Overview

Nessun risultato per